SAST e DAST Piergiorgio Venuti

Differenza tra SAST e DAST: Una Guida Completa per la Sicurezza del tuo Software

Estimated reading time: 6 minuti

La sicurezza del software è un aspetto cruciale dello sviluppo di applicazioni moderne. Con la crescente quantità di dati sensibili che vengono scambiati ogni giorno, è fondamentale garantire che le applicazioni siano protette da vulnerabilità e attacchi informatici. Tra i vari approcci per garantire la sicurezza del software, due delle tecniche più comuni sono SAST (Static Application Security Testing) e DAST (Dynamic Application Security Testing). In questo articolo, esploreremo in profondità le differenze tra SAST e DAST e come possono essere utilizzate per rafforzare la sicurezza delle tue applicazioni.

Indice

  1. Introduzione a SAST e DAST
  2. Cosa è SAST (Static Application Security Testing)
  3. Cosa è DAST (Dynamic Application Security Testing)
  4. Differenze chiave tra SAST e DAST
  5. Quando utilizzare SAST e DAST
  6. Integrare SAST e DAST nel tuo processo di sviluppo
  7. Conclusioni

1. Introduzione a SAST e DAST

SAST e DAST sono due metodi di testing utilizzati per identificare e correggere potenziali vulnerabilità nel codice sorgente delle applicazioni. Entrambi gli approcci hanno i loro vantaggi e svantaggi e, spesso, vengono utilizzati insieme per garantire una copertura completa delle possibili minacce. Inizieremo esplorando ciascuno di questi approcci separatamente e poi analizzeremo le differenze chiave tra i due.

2. Cosa è SAST (Static Application Security Testing)

SAST, o Static Application Security Testing, è un metodo di analisi del codice sorgente di un’applicazione alla ricerca di vulnerabilità di sicurezza. Il SAST viene effettuato durante la fase di sviluppo del software, prima che l’applicazione sia effettivamente eseguita. Il processo di SAST analizza il codice sorgente, i bytecode o le istruzioni binarie per identificare le possibili aree problematiche che potrebbero portare a vulnerabilità di sicurezza.

Vantaggi del SAST

  • Identifica le vulnerabilità nella fase iniziale dello sviluppo, riducendo i costi e il tempo necessario per correggerle
  • Fornisce una copertura completa del codice sorgente, identificando potenziali problemi in ogni parte dell’applicazione
  • Integra facilmente con strumenti di sviluppo e processi di integrazione continua (CI)

Svantaggi del SAST

  • Potrebbe generare falsi positivi o negativi, richiedendo un’ulteriore analisi manuale
  • Non è in grado di identificare le vulnerabilità legate all’ambiente di esecuzione o alla configurazione dell’applicazione

3. Cosa è DAST (Dynamic Application Security Testing)

DAST, o Dynamic Application Security Testing, è un metodo di analisi della sicurezza delle applicazioni basato sull’esecuzione dell’applicazione stessa. A differenza del SAST, il DAST viene eseguito quando l’applicazione è in funzione e interagisce con essa simulando attacchi informatici per identificare le vulnerabilità. In questo modo, il DAST è in grado di rilevare problemi che il SAST potrebbe non identificare, come vulnerabilità legate all’ambiente di esecuzione dell’applicazione.

Vantaggi del DAST

  • Identifica vulnerabilità legate all’ambiente di esecuzione e alla configurazione dell’applicazione
  • Può eseguire test su applicazioni in produzione senza interrompere il normale funzionamento
  • Offre una visione realistica delle minacce che un’applicazione potrebbe affrontare nel mondo reale

Svantaggi del DAST

  • Richiede più tempo per l’esecuzione rispetto al SAST, poiché deve interagire con l’applicazione in funzione
  • Potrebbe non coprire l’intero codice sorgente, lasciando alcune aree non testate
  • Può richiedere una configurazione complessa per simulare correttamente gli attacchi informatici

4. Differenze chiave tra SAST e DAST

Ora che abbiamo esaminato ciascuno dei due approcci, vediamo quali sono le principali differenze tra SAST e DAST.

Fase di testing

  • SAST viene eseguito durante la fase di sviluppo, prima che l’applicazione sia effettivamente eseguita.
  • DAST viene eseguito mentre l’applicazione è in funzione, simulando attacchi informatici per identificare le vulnerabilità.

Copertura del codice

  • SAST fornisce una copertura completa del codice sorgente, analizzando ogni parte dell’applicazione.
  • DAST potrebbe non coprire l’intero codice sorgente e potrebbe non identificare le vulnerabilità in alcune aree dell’applicazione.

Tipi di vulnerabilità identificate

  • SAST è efficace nell’identificare le vulnerabilità nel codice sorgente, ma potrebbe non rilevare problemi legati all’ambiente di esecuzione o alla configurazione dell’applicazione.
  • DAST è in grado di identificare le vulnerabilità legate all’ambiente di esecuzione e alla configurazione dell’applicazione, ma potrebbe non rilevare le vulnerabilità nel codice sorgente.

Tempo di esecuzione

  • SAST è generalmente più veloce nell’esecuzione rispetto al DAST, poiché analizza il codice sorgente senza dover interagire con l’applicazione in funzione.
  • DAST richiede più tempo per l’esecuzione, poiché deve interagire con l’applicazione in funzione e simulare gli attacchi informatici.

5. Quando utilizzare SAST e DAST

Sia SAST che DAST sono strumenti preziosi per garantire la sicurezza del software e, idealmente, dovrebbero essere utilizzati insieme per coprire tutte le possibili vulnerabilità. Tuttavia, in base alle specifiche esigenze del tuo progetto e alle risorse disponibili, potresti scegliere di utilizzare uno o entrambi gli approcci.

  • Utilizza SAST se:
    • Vuoi identificare le vulnerabilità nella fase iniziale dello sviluppo
    • Desideri una copertura completa del codice sorgente
    • Stai cercando un’analisi più veloce
  • Utilizza DAST se:
    • Vuoi identificare vulnerabilità legate all’ambiente di esecuzione e alla configurazione dell’applicazione
    • Desideri testare le applicazioni in produzione senza interrompere il loro normale funzionamento
    • Stai cercando una visione realistica delle possibili minacce

6. Integrare SAST e DAST nel tuo processo di sviluppo

Differenza tra SAST e DAST

Per ottenere i massimi benefici da entrambi gli approcci, è importante integrarli nel tuo processo di sviluppo del software. Ecco alcuni suggerimenti su come farlo:

  1. Adotta una mentalità di sicurezza sin dall’inizio: Includi la sicurezza come parte integrante del tuo processo di sviluppo sin dall’inizio, coinvolgendo il tuo team nella pianificazione e nella discussione delle misure di sicurezza.
  2. Integra SAST nel tuo processo di integrazione continua: Configura gli strumenti di SAST per eseguire automaticamente l’analisi del codice sorgente ogni volta che viene effettuato un commit del codice. In questo modo, le vulnerabilità possono essere identificate e corrette rapidamente.
  3. Incorpora DAST nei tuoi ambienti di test: Esegui test DAST regolarmente nei tuoi ambienti di test e staging per identificare le vulnerabilità legate all’ambiente di esecuzione e alla configurazione dell’applicazione.
  4. Formazione e sensibilizzazione sulla sicurezza: Assicurati che il tuo team sia addestrato e informato sulle migliori pratiche di sicurezza del software e sulla corretta gestione delle vulnerabilità identificate da SAST e DAST.
  5. Monitoraggio e aggiornamento continuo: Tieniti aggiornato sulle ultime minacce e vulnerabilità e assicurati che il tuo team sia consapevole delle nuove best practice di sicurezza e degli aggiornamenti di sicurezza rilevanti per il tuo software.
  6. Collaborazione tra team: Favorisci una collaborazione stretta tra i team di sviluppo, operations e sicurezza per garantire che le misure di sicurezza siano adottate in modo efficace e che le vulnerabilità identificate da SAST e DAST siano correttamente gestite e risolte.

7. Conclusioni

SAST e DAST sono due metodi di testing fondamentali per garantire la sicurezza delle tue applicazioni software. Entrambi gli approcci hanno i loro vantaggi e svantaggi, e l’ideale è utilizzarli insieme per ottenere una copertura completa delle possibili vulnerabilità. Integrando SAST e DAST nel tuo processo di sviluppo del software e adottando una mentalità di sicurezza sin dall’inizio, sarai in grado di proteggere le tue applicazioni dalle minacce informatiche e garantire la sicurezza dei dati sensibili che vengono scambiati ogni giorno.

Useful links:

Condividi


RSS

Piu’ articoli…

Categorie …

Tags

RSS CSIRT

RSS darkreading

RSS Full Disclosure

  • BACKDOOR.WIN32.DUMADOR.C / Remote Stack Buffer Overflow (SEH) Aprile 19, 2024
    Posted by malvuln on Apr 19Discovery / credits: Malvuln (John Page aka hyp3rlinx) (c) 2024 Original source: https://malvuln.com/advisory/6cc630843cabf23621375830df474bc5.txt Contact: malvuln13 () gmail com Media: twitter.com/malvuln Threat: Backdoor.Win32.Dumador.c Vulnerability: Remote Stack Buffer Overflow (SEH) Description: The malware runs an FTP server on TCP port 10000. Third-party adversaries who can reach the server can send a specially […]
  • SEC Consult SA-20240418-0 :: Broken authorization in Dreamehome app Aprile 19, 2024
    Posted by SEC Consult Vulnerability Lab via Fulldisclosure on Apr 19SEC Consult Vulnerability Lab Security Advisory < 20240418-0 > ======================================================================= title: Broken authorization product: Dreamehome app vulnerable version:
  • MindManager 23 - full disclosure Aprile 19, 2024
    Posted by Pawel Karwowski via Fulldisclosure on Apr 19Resending! Thank you for your efforts. GitHub - pawlokk/mindmanager-poc: public disclosure Affected application: MindManager23_setup.exe Platform: Windows Issue: Local Privilege Escalation via MSI installer Repair Mode (EXE hijacking race condition) Discovered and reported by: Pawel Karwowski and Julian Horoszkiewicz (Eviden Red Team) Proposed mitigation:...
  • CVE-2024-31705 Aprile 14, 2024
    Posted by V3locidad on Apr 14CVE ID: CVE-2024-31705 Title : RCE to Shell Commands" Plugin / GLPI Shell Command Management Interface Affected Product : GLPI - 10.X.X and last version Description: An issue in Infotel Conseil GLPI v.10.X.X and after allows a remote attacker to execute arbitrary code via the insufficient validation of user-supplied input. […]
  • SEC Consult SA-20240411-0 :: Database Passwords in Server Response in Amazon AWS Glue Aprile 14, 2024
    Posted by SEC Consult Vulnerability Lab via Fulldisclosure on Apr 14SEC Consult Vulnerability Lab Security Advisory < 20240411-0 > ======================================================================= title: Database Passwords in Server Response product: Amazon AWS Glue vulnerable version: until 2024-02-23 fixed version: as of 2024-02-23 CVE number: - impact: medium homepage: https://aws.amazon.com/glue/ found:...
  • [KIS-2024-03] Invision Community <= 4.7.16 (toolbar.php) Remote Code Execution Vulnerability Aprile 11, 2024
    Posted by Egidio Romano on Apr 10------------------------------------------------------------------------------ Invision Community
  • [KIS-2024-02] Invision Community <= 4.7.15 (store.php) SQL Injection Vulnerability Aprile 11, 2024
    Posted by Egidio Romano on Apr 10-------------------------------------------------------------------- Invision Community
  • Multiple Issues in concretecmsv9.2.7 Aprile 11, 2024
    Posted by Andrey Stoykov on Apr 10# Exploit Title: Multiple Web Flaws in concretecmsv9.2.7 # Date: 4/2024 # Exploit Author: Andrey Stoykov # Version: 9.2.7 # Tested on: Ubuntu 22.04 # Blog: http://msecureltd.blogspot.com Verbose Error Message - Stack Trace: 1. Directly browse to edit profile page 2. Error should come up with verbose stack trace […]
  • OXAS-ADV-2024-0001: OX App Suite Security Advisory Aprile 11, 2024
    Posted by Martin Heiland via Fulldisclosure on Apr 10Dear subscribers, We&apos;re sharing our latest advisory with you and like to thank everyone who contributed in finding and solving those vulnerabilities. Feel free to join our bug bounty programs for OX App Suite, Dovecot and PowerDNS at YesWeHack. This advisory has also been published at https://documentation.open-xchange.com/appsuite/security/advisories/html/2024/oxas-adv-2024-0001.html. […]
  • Trojan.Win32.Razy.abc / Insecure Permissions (In memory IPC) Aprile 11, 2024
    Posted by malvuln on Apr 10Discovery / credits: Malvuln (John Page aka hyp3rlinx) (c) 2024 Original source: https://malvuln.com/advisory/0eb4a9089d3f7cf431d6547db3b9484d.txt Contact: malvuln13 () gmail com Media: twitter.com/malvuln Threat: Trojan.Win32.Razy.abc Vulnerability: Insecure Permissions (In memory IPC) Family: Razy Type: PE32 MD5: 0eb4a9089d3f7cf431d6547db3b9484d SHA256: 3d82fee314e7febb8307ccf8a7396b6dd53c7d979a74aa56f3c4a6d0702fd098 Vuln ID: MVID-2024-0678...

Customers

Newsletter

{subscription_form_2}