intelligenza artificiale e machine learning nella cybersecurity Piergiorgio Venuti

L’intelligenza artificiale e il machine learning nella cybersecurity: come queste tecnologie stanno cambiando il modo in cui le aziende affrontano le minacce alla sicurezza

Estimated reading time: 5 minuti

La cybersecurity è diventata un tema di crescente importanza in tutto il mondo, poiché le minacce informatiche evolvono rapidamente e diventano sempre più sofisticate. L’intelligenza artificiale (AI) e il machine learning (ML) stanno rivoluzionando il modo in cui le aziende affrontano queste minacce, migliorando la loro capacità di prevenire, rilevare e rispondere agli attacchi informatici. In questo articolo, esploreremo le diverse applicazioni dell’AI e del ML nella cybersecurity e discuteremo come queste tecnologie stanno cambiando il panorama della sicurezza informatica.

1. Introduzione all’intelligenza artificiale e al machine learning

L’intelligenza artificiale (AI) è una branca dell’informatica che si occupa dello sviluppo di algoritmi e sistemi in grado di imitare l’intelligenza umana. Il machine learning (ML) è una sottocategoria dell’AI che si concentra sulla creazione di modelli matematici in grado di apprendere da dati ed esperienze, migliorando le loro prestazioni nel tempo.

L’applicazione dell’AI e del ML nella cybersecurity sta diventando sempre più comune, poiché queste tecnologie offrono un approccio più efficace e scalabile per proteggere le reti aziendali dalle minacce in continua evoluzione.

2. Applicazioni dell’intelligenza artificiale e del machine learning nella cybersecurity

2.1. Rilevamento delle minacce e prevenzione delle intrusioni

Uno dei principali vantaggi dell’utilizzo dell’AI e del ML nella cybersecurity è la loro capacità di rilevare rapidamente le minacce e prevenire le intrusioni. Grazie alla loro natura “autoapprendente”, gli algoritmi di ML possono analizzare grandi quantità di dati in tempo reale e identificare schemi e anomalie che potrebbero indicare un attacco informatico in corso.

Inoltre, l’AI può prevedere gli attacchi prima che si verifichino, permettendo alle aziende di implementare misure di sicurezza proattive per proteggere i loro sistemi.

2.2. Analisi del comportamento degli utenti

L’analisi del comportamento degli utenti è un’importante strategia di sicurezza che impiega l’intelligenza artificiale e il machine learning per monitorare e valutare l’attività degli utenti all’interno di una rete aziendale. Gli algoritmi di ML sono in grado di apprendere i modelli di comportamento “normali” degli utenti e rilevare qualsiasi attività sospetta o anomala che potrebbe indicare un tentativo di accesso non autorizzato o un attacco informatico.

Questa tecnica può essere particolarmente utile per rilevare gli attacchi interni, in cui un dipendente o un collaboratore compromette la sicurezza dell’azienda dall’interno.

2.3. Automazione del processo di risposta agli incidenti

L’AI e il ML possono anche migliorare l’efficienza del processo di risposta agli incidenti di sicurezza. Gli algoritmi di ML possono analizzare rapidamente i dati raccolti durante un incidente e fornire informazioni dettagliate sulle minacce, consentendo agli esperti di sicurezza di prendere decisioni informate su come rispondere all’attacco.

Inoltre, l’AI può aiutare ad automatizzare alcune delle attività più comuni e ripetitive associate alla risposta agli incidenti, come la raccolta di log e l’analisi dei dati, permettendo agli esperti di sicurezza di concentrarsi su compiti più strategici e complessi.

3. I vantaggi dell’intelligenza artificiale e del machine learning nella cybersecurity

machine learning

3.1. Maggiore velocità e precisione

L’impiego dell’AI e del ML nella cybersecurity consente di aumentare notevolmente la velocità e la precisione con cui le minacce vengono identificate e gestite. Gli algoritmi di ML sono in grado di analizzare grandi quantità di dati in tempo reale e rilevare schemi sospetti molto più rapidamente di quanto potrebbe fare un analista umano. Inoltre, l’AI può ridurre il numero di falsi positivi e migliorare l’accuratezza delle decisioni di sicurezza.

3.2. Scalabilità e adattabilità

L’AI e il ML offrono un approccio scalabile e adattabile alla cybersecurity, consentendo alle aziende di affrontare efficacemente le minacce in continua evoluzione. Poiché gli algoritmi di ML possono apprendere e migliorare nel tempo, sono in grado di adattarsi alle nuove tecniche di attacco e fornire una protezione più efficace rispetto ai metodi tradizionali di sicurezza informatica.

3.3. Riduzione del costo e dei tempi di risposta

L’automazione fornita dall’AI e dal ML può contribuire a ridurre i costi associati alla gestione della sicurezza informatica e ai tempi di risposta agli incidenti. Grazie all’automazione di compiti ripetitivi e all’analisi dei dati in tempo reale, le aziende possono risparmiare tempo e risorse, consentendo agli esperti di sicurezza di concentrarsi su problemi più strategici e complessi.

4. Sfide e considerazioni etiche nell’uso dell’intelligenza artificiale e del machine learning nella cybersecurity

4.1. Affidabilità e trasparenza degli algoritmi

Una delle principali sfide nell’impiego dell’AI e del ML nella cybersecurity riguarda la necessità di garantire l’affidabilità e la trasparenza degli algoritmi utilizzati. È importante che le aziende siano in grado di comprendere il funzionamento degli algoritmi di ML e di valutare la validità delle decisioni prese da questi sistemi.

4.2. Rischi di sicurezza legati all’AI e al ML

L’uso dell’AI e del ML nella cybersecurity non è esente da rischi. Ad esempio, gli attaccanti potrebbero cercare di compromettere gli algoritmi di ML attraverso tecniche come l’iniezione di dati fasulli o l’attacco all’apprendimento. Le aziende devono essere consapevoli di questi rischi e adottare misure appropriate per mitigarli.

4.3. Considerazioni etiche e sulla privacy

L’impiego dell’AI e del ML nella cybersecurity solleva anche alcune preoccupazioni etiche e sulla privacy, in particolare in relazione all’analisi del comportamento degli utenti e alla raccolta di dati personali. Le aziende devono affrontare queste sfide in modo responsabile, garantendo il rispetto delle leggi sulla privacy e adottando principi etici nella progettazione e nell’implementazione dei loro sistemi di sicurezza basati sull’AI.

5. Conclusione

L’intelligenza artificiale e il machine learning stanno rivoluzionando il modo in cui le aziende affrontano le minacce alla cybersecurity. Grazie alla loro capacità di rilevare rapidamente le minacce, prevedere gli attacchi e automatizzare i processi di risposta, l’AI e il ML offrono un approccio più efficace e scalabile alla protezione delle reti aziendali. Tuttavia, è importante affrontare le sfide legate all’affidabilità, ai rischi di sicurezza e alle considerazioni etiche per garantire un impiego responsabile di queste tecnologie.

Useful links:

Condividi


RSS

Piu’ articoli…

Categorie …

Tags

RSS CSIRT

  • Rilevato sfruttamento in rete di vulnerabilità relative a OpenMetadata (AL03/240422/CSIRT-ITA) Aprile 22, 2024
    Rilevato lo sfruttamento attivo in rete di 5 vulnerabilità, di cui una con gravità “critica” - già sanate dal vendor il 15 marzo 2024 - in carichi di lavoro Kubernetes di OpenMetadata, piattaforma open source per la gestione di metadati. Tali vulnerabilità, potrebbero consentire a un attaccante remoto l'esecuzione arbitraria di codice sulle istanze Kubernetes […]
  • Sanate vulnerabilità su GitHub Enterprise Server (AL02/240422/CSIRT-ITA) Aprile 22, 2024
    Rilasciati aggiornamenti di sicurezza che risolvono 3 vulnerabilità, di cui 2 con gravità “alta”, in GitHub Enterprise Server, nota piattaforma di sviluppo software.
  • Vulnerabilità in prodotti Solarwinds (AL01/240422/CSIRT-ITA) Aprile 22, 2024
    Rilevate 2 vulnerabilità di sicurezza con gravità “alta” in SolarWinds Platform. Tali vulnerabilità, qualora sfruttate, potrebbero permettere l’accesso e la manipolazione di informazioni sensibili sui dispositivi interessati.
  • La Settimana Cibernetica del 21 aprile 2024 Aprile 22, 2024
    Scarica il riepilogo delle notizie pubblicate dallo CSIRT Italia dal 15 al 21 aprile 2024.
  • Risolte vulnerabilità in prodotti Cisco (AL04/240418/CSIRT-ITA) - Aggiornamento Aprile 19, 2024
    Aggiornamenti di sicurezza Cisco sanano alcune vulnerabilità, di cui 2 con gravità “alta” presenti nell'interfaccia web e nell'interfaccia a linea di comando (CLI) del prodotto Integrated Management Controller (IMC). Tali vulnerabilità qualora sfruttate, potrebbero permettere l’esecuzione di codice arbitrario sui dispositivi interessati.
  • Aggiornamenti per ClamAV (AL05/240418/CSIRT-ITA) Aprile 18, 2024
    Sanata vulnerabilità di sicurezza con gravità “alta” in ClamAV, noto software antivirus multipiattaforma open source. Tale vulnerabilità, qualora sfruttata, potrebbe permettere la compromissione della disponibilità del servizio sui dispositivi interessati.
  • Ivanti: risolte vulnerabilità nel prodotto Avalanche (AL03/240418/CSIRT-ITA) Aprile 18, 2024
    Ivanti rilascia aggiornamenti di sicurezza che risolvono molteplici vulnerabilità, di cui 2 con gravità “critica” e 17 con gravità “alta”, relative al prodotto Avalanche, soluzione di Enterprise Mobility Management (EMM) e Mobile Device Management (MDM). Tali vulnerabilità, qualora sfruttate, potrebbero permettere, a un utente malintenzionato remoto, la compromissione della disponibilità del servizio, l’esecuzione di codice […]
  • Rilevate vulnerabilità in prodotti Atlassian (AL02/240418/CSIRT-ITA) Aprile 18, 2024
    Aggiornamenti di sicurezza sanano 6 vulnerabilità con gravità “alta”, presenti nei propri prodotti.
  • Vulnerabilità in prodotti Solarwinds (AL01/240418/CSIRT-ITA) Aprile 18, 2024
    Rilevata vulnerabilità di sicurezza in SolarWinds Serv-U, software per il trasferimento dati sicuro (Managed File Transfer - MFT). Tale vulnerabilità, qualora sfruttata da un utente remoto con privilegi elevati, potrebbe permettere l’esecuzione di codice arbitrario sui sistemi interessati, attraverso la manipolazione impropria dei percorsi delle directory (Directory Traversal)
  • Aggiornamenti di sicurezza per prodotti Mozilla (AL03/240417/CSIRT-ITA) Aprile 17, 2024
    Mozilla ha rilasciato aggiornamenti di sicurezza per sanare alcune vulnerabilità, di cui 9 con gravità “alta”, nei prodotti Firefox e Firefox ESR.

RSS darkreading

RSS Full Disclosure

  • BACKDOOR.WIN32.DUMADOR.C / Remote Stack Buffer Overflow (SEH) Aprile 19, 2024
    Posted by malvuln on Apr 19Discovery / credits: Malvuln (John Page aka hyp3rlinx) (c) 2024 Original source: https://malvuln.com/advisory/6cc630843cabf23621375830df474bc5.txt Contact: malvuln13 () gmail com Media: twitter.com/malvuln Threat: Backdoor.Win32.Dumador.c Vulnerability: Remote Stack Buffer Overflow (SEH) Description: The malware runs an FTP server on TCP port 10000. Third-party adversaries who can reach the server can send a specially […]
  • SEC Consult SA-20240418-0 :: Broken authorization in Dreamehome app Aprile 19, 2024
    Posted by SEC Consult Vulnerability Lab via Fulldisclosure on Apr 19SEC Consult Vulnerability Lab Security Advisory < 20240418-0 > ======================================================================= title: Broken authorization product: Dreamehome app vulnerable version:
  • MindManager 23 - full disclosure Aprile 19, 2024
    Posted by Pawel Karwowski via Fulldisclosure on Apr 19Resending! Thank you for your efforts. GitHub - pawlokk/mindmanager-poc: public disclosure Affected application: MindManager23_setup.exe Platform: Windows Issue: Local Privilege Escalation via MSI installer Repair Mode (EXE hijacking race condition) Discovered and reported by: Pawel Karwowski and Julian Horoszkiewicz (Eviden Red Team) Proposed mitigation:...
  • CVE-2024-31705 Aprile 14, 2024
    Posted by V3locidad on Apr 14CVE ID: CVE-2024-31705 Title : RCE to Shell Commands" Plugin / GLPI Shell Command Management Interface Affected Product : GLPI - 10.X.X and last version Description: An issue in Infotel Conseil GLPI v.10.X.X and after allows a remote attacker to execute arbitrary code via the insufficient validation of user-supplied input. […]
  • SEC Consult SA-20240411-0 :: Database Passwords in Server Response in Amazon AWS Glue Aprile 14, 2024
    Posted by SEC Consult Vulnerability Lab via Fulldisclosure on Apr 14SEC Consult Vulnerability Lab Security Advisory < 20240411-0 > ======================================================================= title: Database Passwords in Server Response product: Amazon AWS Glue vulnerable version: until 2024-02-23 fixed version: as of 2024-02-23 CVE number: - impact: medium homepage: https://aws.amazon.com/glue/ found:...
  • [KIS-2024-03] Invision Community <= 4.7.16 (toolbar.php) Remote Code Execution Vulnerability Aprile 11, 2024
    Posted by Egidio Romano on Apr 10------------------------------------------------------------------------------ Invision Community
  • [KIS-2024-02] Invision Community <= 4.7.15 (store.php) SQL Injection Vulnerability Aprile 11, 2024
    Posted by Egidio Romano on Apr 10-------------------------------------------------------------------- Invision Community
  • Multiple Issues in concretecmsv9.2.7 Aprile 11, 2024
    Posted by Andrey Stoykov on Apr 10# Exploit Title: Multiple Web Flaws in concretecmsv9.2.7 # Date: 4/2024 # Exploit Author: Andrey Stoykov # Version: 9.2.7 # Tested on: Ubuntu 22.04 # Blog: http://msecureltd.blogspot.com Verbose Error Message - Stack Trace: 1. Directly browse to edit profile page 2. Error should come up with verbose stack trace […]
  • OXAS-ADV-2024-0001: OX App Suite Security Advisory Aprile 11, 2024
    Posted by Martin Heiland via Fulldisclosure on Apr 10Dear subscribers, We&apos;re sharing our latest advisory with you and like to thank everyone who contributed in finding and solving those vulnerabilities. Feel free to join our bug bounty programs for OX App Suite, Dovecot and PowerDNS at YesWeHack. This advisory has also been published at https://documentation.open-xchange.com/appsuite/security/advisories/html/2024/oxas-adv-2024-0001.html. […]
  • Trojan.Win32.Razy.abc / Insecure Permissions (In memory IPC) Aprile 11, 2024
    Posted by malvuln on Apr 10Discovery / credits: Malvuln (John Page aka hyp3rlinx) (c) 2024 Original source: https://malvuln.com/advisory/0eb4a9089d3f7cf431d6547db3b9484d.txt Contact: malvuln13 () gmail com Media: twitter.com/malvuln Threat: Trojan.Win32.Razy.abc Vulnerability: Insecure Permissions (In memory IPC) Family: Razy Type: PE32 MD5: 0eb4a9089d3f7cf431d6547db3b9484d SHA256: 3d82fee314e7febb8307ccf8a7396b6dd53c7d979a74aa56f3c4a6d0702fd098 Vuln ID: MVID-2024-0678...

Customers

Newsletter

{subscription_form_2}