Long-term Search Cover Giacomo Lanzi

Long-term search: cosa c’e’ di nuovo nel servizio SOCaaS

Tempo di lettura: 4 min

Il ransomware viene comunemente portato a segno con una e-mail che inganna gli utenti a fidarsi di un file dannoso. Molte delle piu’ recenti violazioni dei dati sono state portate a termine perché un utente e’ stato vittima di un attacco di questo tipo nel periodo precedente. Minacce come il ransomware, che si concentrano sulla compromissione dell’utente, fanno si’ che sempre piu’ aziende adottino l’analisi comportamentale degli utenti e delle entita’ (UEBA) nel loro centro operativo di sicurezza (SOC). Le nuove funzioni del servizio SOC, tra cui la long-term search, sono orientate all’offerta sempre maggiore di strumenti aggiuntivi per la gestione ottimale della sicurezza aziendale.

Noi continuiamo nell’innovazione della nostra piattaforma per aumentare la potenza del SOC nel combattere ransomware e altre minacce. Nella nostra piu’ recente versione, abbiamo aggiunto un numero ancora maggiore di funzionalita’ di rilevamento basate sull’apprendimento automatico e context-aware che consentono agli analisti della sicurezza di affrontare le aggressioni piu’ sofisticate. Inoltre, gli ultimi aggiornamenti portano una sempre maggiore facilita’ d’uso per gli architetti della sicurezza.

Long-term search - novità SOCaaS

Long-term search per l’analista della sicurezza

Il servizio introduce una serie di innovazioni per ridurre i tempi di rilevamento e di risposta degli analisti della sicurezza e dei cercatori di minacce.

Miglioramento del rilevamento di minacce sofisticate

– La long-term search aiuta gli analisti a scoprire le minacce nascoste fornendo una capacita’ di ricerca sui dati archiviati. La ricerca e’ scalabile e non influisce sulle prestazioni del SIEM.
– Analytics Sandbox aiuta ad abbattere i falsi positivi fornendo un ambiente di QA in linea per testare e convalidare i casi d’uso.
– Le catene di minacce Persona-based rilevano le minacce avanzate in modo piu’ accurato, comprendendo la relazione dinamica tra utenti, host, indirizzi IP e indirizzi e-mail. Gli analisti traggono vantaggio da una piu’ ampia visibilita’ sulla progressione di un attacco. Questa funzione combina le attivita’ sospette di un singolo utente in un unico avviso con priorita’, invece di avvisi separati e non correlati.
– Relative Rarity offre agli analisti un contesto piu’ ampio su quanto sia raro un evento rispetto a tutti gli altri eventi nel loro ambiente.
– La visualizzazione degli avvisi di sicurezza utilizzando il MITRE ATT&CK Threat Framework aiuta gli analisti a dare priorita’ al rischio e a ridurre i tempi di risposta.

Riduzione dei tempi di risposta

– Il miglioramento della gestione dei casi consente una migliore gestione, condivisione e investigazione degli allarmi, consentendo agli operatori di rispondere piu’ rapidamente.
– Le nuove integrazioni EDR migliorano la risposta agli incidenti fornendo ulteriori dati sugli endpoint da CarbonBlack Defense, Tanium, Symantec DLP e altri.
– Le migliori visualizzazioni delle ricerche migliorano l’esperienza dell’analista riducendo i tempi di rilevamento e di risposta. Aiutano gli analisti a identificare facilmente gli account compromessi, l’esfiltrazione dei dati e gli hotspot associati.

Perche’ la long-term search e’ cosi’ importante

Con un tempo di permanenza globale di circa 60 giorni in media, la caccia alle minacce continua ad essere una parte importante nella resilienza della sicurezza informatica. Tuttavia, la ricerca attraverso lo storico dei dati richiede solitamente molto tempo.

Molti fornitori non sono in grado di scalare dinamicamente una ricerca veloce attraverso i dati archiviati senza notevole sforzo. Le ultime funzionalita’ del nostro SOCaaS forniscono questa possibilita’ ai cacciatori di minacce con la long-term search su scala quasi illimitata. Con la ricerca a lungo termine, le organizzazioni possono ridurre il tempo necessario per indagare e trovare le minacce che sono gia’ nel loro ambiente.

Gli analisti hanno bisogno di interrogare continuamente i dati per capire se ci sono nuove minacce. Ad esempio, un analista potrebbe apprendere, da una fonte attendibile, che il loro settore e’ stato preso di mira. A questo punto c’e’ bisogno di indagare su un nuovo indicatore di compromesso che e’ stato appena scoperto per verificare se un aggressore e’ gia’ all’interno.

Attraverso la long-term search, il SIEM nativo del SOCaaS di SOD consente ai cacciatori di minacce di essere proattivi, rendendo la ricerca sui dati storici veloce e conveniente.

Conclusioni

Tramite l’introduzione di nuove tecnologie nel nostro servizio SOC, stiamo offrendo sempre piu’ sicurezza per i nostri clienti.

Ci prendiamo cura dei vostri dati verificando non solo che non siano al sicuro ora, ma anche che non abbiano subito violazioni in passato. Nel caso dovessimo avere il sospetto di una nuova minaccia, sappiamo come individuarla.

Nel caso avessi domande, contattaci, saremo lieti di rispondere a ogni tuo dubbio.

Link utili:

Condividi


RSS

Piu’ articoli…

Categorie …

Tags

RSS CSIRT

  • Rilevato sfruttamento in rete di vulnerabilità relative a OpenMetadata (AL03/240422/CSIRT-ITA) Aprile 22, 2024
    Rilevato lo sfruttamento attivo in rete di 5 vulnerabilità, di cui una con gravità “critica” - già sanate dal vendor il 15 marzo 2024 - in carichi di lavoro Kubernetes di OpenMetadata, piattaforma open source per la gestione di metadati. Tali vulnerabilità, potrebbero consentire a un attaccante remoto l'esecuzione arbitraria di codice sulle istanze Kubernetes […]
  • Sanate vulnerabilità su GitHub Enterprise Server (AL02/240422/CSIRT-ITA) Aprile 22, 2024
    Rilasciati aggiornamenti di sicurezza che risolvono 3 vulnerabilità, di cui 2 con gravità “alta”, in GitHub Enterprise Server, nota piattaforma di sviluppo software.
  • Vulnerabilità in prodotti Solarwinds (AL01/240422/CSIRT-ITA) Aprile 22, 2024
    Rilevate 2 vulnerabilità di sicurezza con gravità “alta” in SolarWinds Platform. Tali vulnerabilità, qualora sfruttate, potrebbero permettere l’accesso e la manipolazione di informazioni sensibili sui dispositivi interessati.
  • La Settimana Cibernetica del 21 aprile 2024 Aprile 22, 2024
    Scarica il riepilogo delle notizie pubblicate dallo CSIRT Italia dal 15 al 21 aprile 2024.
  • Risolte vulnerabilità in prodotti Cisco (AL04/240418/CSIRT-ITA) - Aggiornamento Aprile 19, 2024
    Aggiornamenti di sicurezza Cisco sanano alcune vulnerabilità, di cui 2 con gravità “alta” presenti nell'interfaccia web e nell'interfaccia a linea di comando (CLI) del prodotto Integrated Management Controller (IMC). Tali vulnerabilità qualora sfruttate, potrebbero permettere l’esecuzione di codice arbitrario sui dispositivi interessati.
  • Aggiornamenti per ClamAV (AL05/240418/CSIRT-ITA) Aprile 18, 2024
    Sanata vulnerabilità di sicurezza con gravità “alta” in ClamAV, noto software antivirus multipiattaforma open source. Tale vulnerabilità, qualora sfruttata, potrebbe permettere la compromissione della disponibilità del servizio sui dispositivi interessati.
  • Ivanti: risolte vulnerabilità nel prodotto Avalanche (AL03/240418/CSIRT-ITA) Aprile 18, 2024
    Ivanti rilascia aggiornamenti di sicurezza che risolvono molteplici vulnerabilità, di cui 2 con gravità “critica” e 17 con gravità “alta”, relative al prodotto Avalanche, soluzione di Enterprise Mobility Management (EMM) e Mobile Device Management (MDM). Tali vulnerabilità, qualora sfruttate, potrebbero permettere, a un utente malintenzionato remoto, la compromissione della disponibilità del servizio, l’esecuzione di codice […]
  • Rilevate vulnerabilità in prodotti Atlassian (AL02/240418/CSIRT-ITA) Aprile 18, 2024
    Aggiornamenti di sicurezza sanano 6 vulnerabilità con gravità “alta”, presenti nei propri prodotti.
  • Vulnerabilità in prodotti Solarwinds (AL01/240418/CSIRT-ITA) Aprile 18, 2024
    Rilevata vulnerabilità di sicurezza in SolarWinds Serv-U, software per il trasferimento dati sicuro (Managed File Transfer - MFT). Tale vulnerabilità, qualora sfruttata da un utente remoto con privilegi elevati, potrebbe permettere l’esecuzione di codice arbitrario sui sistemi interessati, attraverso la manipolazione impropria dei percorsi delle directory (Directory Traversal)
  • Aggiornamenti di sicurezza per prodotti Mozilla (AL03/240417/CSIRT-ITA) Aprile 17, 2024
    Mozilla ha rilasciato aggiornamenti di sicurezza per sanare alcune vulnerabilità, di cui 9 con gravità “alta”, nei prodotti Firefox e Firefox ESR.

RSS darkreading

RSS Full Disclosure

  • BACKDOOR.WIN32.DUMADOR.C / Remote Stack Buffer Overflow (SEH) Aprile 19, 2024
    Posted by malvuln on Apr 19Discovery / credits: Malvuln (John Page aka hyp3rlinx) (c) 2024 Original source: https://malvuln.com/advisory/6cc630843cabf23621375830df474bc5.txt Contact: malvuln13 () gmail com Media: twitter.com/malvuln Threat: Backdoor.Win32.Dumador.c Vulnerability: Remote Stack Buffer Overflow (SEH) Description: The malware runs an FTP server on TCP port 10000. Third-party adversaries who can reach the server can send a specially […]
  • SEC Consult SA-20240418-0 :: Broken authorization in Dreamehome app Aprile 19, 2024
    Posted by SEC Consult Vulnerability Lab via Fulldisclosure on Apr 19SEC Consult Vulnerability Lab Security Advisory < 20240418-0 > ======================================================================= title: Broken authorization product: Dreamehome app vulnerable version:
  • MindManager 23 - full disclosure Aprile 19, 2024
    Posted by Pawel Karwowski via Fulldisclosure on Apr 19Resending! Thank you for your efforts. GitHub - pawlokk/mindmanager-poc: public disclosure Affected application: MindManager23_setup.exe Platform: Windows Issue: Local Privilege Escalation via MSI installer Repair Mode (EXE hijacking race condition) Discovered and reported by: Pawel Karwowski and Julian Horoszkiewicz (Eviden Red Team) Proposed mitigation:...
  • CVE-2024-31705 Aprile 14, 2024
    Posted by V3locidad on Apr 14CVE ID: CVE-2024-31705 Title : RCE to Shell Commands" Plugin / GLPI Shell Command Management Interface Affected Product : GLPI - 10.X.X and last version Description: An issue in Infotel Conseil GLPI v.10.X.X and after allows a remote attacker to execute arbitrary code via the insufficient validation of user-supplied input. […]
  • SEC Consult SA-20240411-0 :: Database Passwords in Server Response in Amazon AWS Glue Aprile 14, 2024
    Posted by SEC Consult Vulnerability Lab via Fulldisclosure on Apr 14SEC Consult Vulnerability Lab Security Advisory < 20240411-0 > ======================================================================= title: Database Passwords in Server Response product: Amazon AWS Glue vulnerable version: until 2024-02-23 fixed version: as of 2024-02-23 CVE number: - impact: medium homepage: https://aws.amazon.com/glue/ found:...
  • [KIS-2024-03] Invision Community <= 4.7.16 (toolbar.php) Remote Code Execution Vulnerability Aprile 11, 2024
    Posted by Egidio Romano on Apr 10------------------------------------------------------------------------------ Invision Community
  • [KIS-2024-02] Invision Community <= 4.7.15 (store.php) SQL Injection Vulnerability Aprile 11, 2024
    Posted by Egidio Romano on Apr 10-------------------------------------------------------------------- Invision Community
  • Multiple Issues in concretecmsv9.2.7 Aprile 11, 2024
    Posted by Andrey Stoykov on Apr 10# Exploit Title: Multiple Web Flaws in concretecmsv9.2.7 # Date: 4/2024 # Exploit Author: Andrey Stoykov # Version: 9.2.7 # Tested on: Ubuntu 22.04 # Blog: http://msecureltd.blogspot.com Verbose Error Message - Stack Trace: 1. Directly browse to edit profile page 2. Error should come up with verbose stack trace […]
  • OXAS-ADV-2024-0001: OX App Suite Security Advisory Aprile 11, 2024
    Posted by Martin Heiland via Fulldisclosure on Apr 10Dear subscribers, We&apos;re sharing our latest advisory with you and like to thank everyone who contributed in finding and solving those vulnerabilities. Feel free to join our bug bounty programs for OX App Suite, Dovecot and PowerDNS at YesWeHack. This advisory has also been published at https://documentation.open-xchange.com/appsuite/security/advisories/html/2024/oxas-adv-2024-0001.html. […]
  • Trojan.Win32.Razy.abc / Insecure Permissions (In memory IPC) Aprile 11, 2024
    Posted by malvuln on Apr 10Discovery / credits: Malvuln (John Page aka hyp3rlinx) (c) 2024 Original source: https://malvuln.com/advisory/0eb4a9089d3f7cf431d6547db3b9484d.txt Contact: malvuln13 () gmail com Media: twitter.com/malvuln Threat: Trojan.Win32.Razy.abc Vulnerability: Insecure Permissions (In memory IPC) Family: Razy Type: PE32 MD5: 0eb4a9089d3f7cf431d6547db3b9484d SHA256: 3d82fee314e7febb8307ccf8a7396b6dd53c7d979a74aa56f3c4a6d0702fd098 Vuln ID: MVID-2024-0678...

Customers

Newsletter

{subscription_form_2}