Giacomo Lanzi

Unificare la piattaforma per la threat detection

Estimated reading time: 6 minuti

L’implementazione di sistemi in cloud all’interno di un contesto aziendale è sempre più marcata. La facilità di utilizzo e i vantaggi ricavati rendono più sicure e produttive le attività lavorative. Oltre ai tradizionali sistemi in cloud, negli ultimi anni le società stanno introducendo nel contesto aziendale il multi-cloud. Questo porta nuove sfide nel campo della threat detection

Secondo Statista, tra il 2021-2023, le aziende che adotteranno una strategia multi-cloud incrementerà dal 76% all’84% per le PMI e dal 90% al 94% per le grandi imprese. Condizione che si estende anche a una maggiore sicurezza informatica con la threat detection.

threat detection multicloud

Multi-cloud: cos’è

Quando si utilizza il termine multi-cloud si identifica quel sistema infrastrutturale digitale di public cloud, ambiente on-premise, edge e hybrid cloud che consente di usufruire di più provider in combinazione.

L’utilizzo di un multi-cloud può avvenire in modi diversi: due o più public cloud, due o più private cloud oppure una combinazione di private cloud e public cloud. L’applicazione di un sistema multi-cloud garantisce una maggiore flessibilità per le aziende, capaci di gestire i propri servizi digitali a seconda del provider e del cloud hosting. Affinché si possano definire i contorni di tale tecnologia è opportuno analizzarne i vantaggi, così da comprenderne le potenzialità per la propria attività lavorativa.

Provider e servizi

Uno dei vantaggi più interessanti di tale tecnologia risiede nella capacità di organizzare e scegliere tra diversi cloud provider. Ogni azienda ha esigenze diverse e riuscire a utilizzare più cloud combinati permette di personalizzare al meglio le risorse e i software.

Scalabilità

Beneficio da non sottovalutare del multi-cloud risiede nella migliore scalabilità rispetto a in sistema in cloud tradizionale. Nel momento in cui la domanda degli utenti oppure delle attività lavorative aumenta, l’azienda può scalare in modo agevole su più cloud provider.

Microservizi

Alcune aziende hanno l’esigenza di utilizzare specifici microservizi, non tutti i provider dispongono ti tali elementi. La capacità di poter usufruire di un impianto multi-cloud migliora tale aspetto, inglobando di fatto anche provider specifici.

Ping

Uno dei problemi più rilevanti di un sistema in cloud è la latenza. Grazie a un’interconnessione di più cloud è possibile ridurre drasticamente il ping, garantendo una connettività più rapida e piacevole.

Conformità

Molte aziende, soprattutto quelle di grandi dimensioni, hanno l’esigenza di utilizzare un sistema informatico in cloud che tuteli specifiche normative. Usufruire di un provider di storage su cloud che offra tale condizione migliora anche l’identità del brand di riferimento.

Costi

Per quanto molti utenti siano convinti che un sistema multi-cloud abbia un costo maggiore perché basato su più provider, in realtà non è così. L’eliminazione dell’acquisto dell’hardware e di tutte quelle componenti fisiche incide molto di più rispetto all’acquisto di più provider combinati.

Forza contrattuale

Usufruire di più provider rende la propria azienda versatile e sempre online. Il passaggio da un cloud all’altro è veloce e avvantaggia le aziende che hanno più servizi.

Threat detection: cos’è

Sebbene l’implementazione di un sistema multi-cloud comporti diversi vantaggi, avvalorato anche dai dati che ne testimoniano la crescita, vi è una condizione da valutare: la sicurezza informatica. I sistemi in multi-cloud sono necessariamente vincolati alla sicurezza informatica, gestire nel migliore dei modi i dati aziendali e degli utenti è essenziale per ottenere un’ottima identità del brand.

Già da alcuni anni, l’utilizzo di un sistema di threat detection è indispensabile per garantire un’eccellente sicurezza informatica aziendale, ma di cosa si tratta?

Con il termine threat detection si identifica quell’apparato informatico capace di identificare o rilevare le minacce informatiche. Le piattaforme più avanzate di cloud computing permettono il rilevamento delle minacce informatiche in tempo reale, garantendo alle aziende la massima sicurezza.

Il termine threat si traduce con la parola “minaccia” e può presentarsi in diverse forme per destabilizzare l’infrastruttura aziendale. I threat più diffusi, cioè quelli che costantemente vengono rilevati nei sistemi aziendali sono: malware, phishing, ransomware e trojan.

I malware sono tecnicamente dei software che vengono avviati dal sistema informatico aziendale e infettano lo storage. Con i servizi in cloud è meno probabile che tali attacchi abbiano successo, ma in ambiente locale è tra i più diffusi.

Il phishing invece, è una tipologia di attacco che avviene tramite le comunicazioni e-mail, condizione che al momento è vincolata all’esperienza IT dei dipendenti.

Gli attacchi ransomware sono tra i più critici poiché hanno la capacità di criptare dei file o delle informazioni digitali, al fine di ottenere un riscatto dal loro sblocco. Lo abbiamo visto in più occasioni.

I trojan horse sono usualmente dei file eseguibili che spalancano le porte dei sistemi informatici aziendali e li espongono ad attacchi esterni.

threat detection tastiera

I vantaggi di un software di threat detection

Un software di Threat detection ha la capacità di rilevare in tempo reale tali minacce, inviando una segnalazione diretta al responsabile IT aziendale oppure intervenendo in modo automatico.

La possibilità di implementare un sistema di questa tipologia consente di risparmiare capitali importanti per gli interventi dei tecnici IT, ma non solo. Un software di Threat detection garantisce alle aziende una maggior tutela dei dati personali, diminuendo il numero di errori dei propri operatori.

I dipendenti sono la prima causa dei problemi al sistema informatico aziendale, condizione dovuta a una scarsa formazione nelle competenze IT. Un sistema dedicato permette di limitare i comportamenti errati e di ridurre i costi complessivi.

L’importanza di un’unica piattaforma in proiezione futura

Come è facile dedurre dalle definizioni di multi-cloud e di threat detection, queste due tecnologie possono essere utilizzate contemporaneamente. Avere la possibilità di utilizzare più Cloud provider e allo stesso tempo una rilevazione in tempo reale delle minacce informatiche garantisce vantaggi notevoli.

La comunicazione di tali tecnologie però può non essere semplice se gestita su due apparati separati. Non tutte le aziende sono a conoscenza del fatto che è possibile far comunicare i due diversi sistemi implementandoli in un’unica piattaforma di controllo, indipendentemente dal provider di riferimento.

Grazie a un’interfaccia dedicata, l’azienda ha la possibilità di controllare sia gli aspetti legati ai servizi dei multi-cloud provider, sia di esaminare gli aspetti legati alla sicurezza.

threat detection cloud

I benefici di una piattaforma unificata

Benché idealmente sia consequenziale identificare una piattaforma unificata come una soluzione intelligente, quali sono i vantaggi pratici che un’azienda può ottenere?

Uno dei vantaggi più significativi è la riduzione del carico di lavoro dei team IT, non si dovranno gestire più software nello stesso momento, ma un’unica interfaccia. Anche la visibilità e l’aspetto grafico migliorano notevolmente la gestione dei servizi e della sicurezza informatica in azienda.

Condizione che si estende anche a vantaggi come una migliore gestione dei costi e una maggiore disponibilità di soluzioni a portata di mano.

Conclusioni

La gestione aziendale in multi-cloud e con sistemi di Threat detection garantisce notevoli benefici. La proiezione futura del multi-cloud e della sicurezza informatica non è vincolata solo al provider di riferimento, ma soprattutto all’esigenze dell’azienda.

E proprio a partire dalle esigenze dell’azienda, noi di SOD offriamo servizi e combinazioni di servizi pensati per la singola azienda sulla base delle sue necessità.

Tra i vari servizi abbiamo anche un software per la gestione unificata della threat detection per alzare la sicurezza anche nel caso in cui si adotti un sistema in multilcoud.

Per qualunque domanda o informazioni ulteriore, non esitare a contattarci, saremo lieti di rispondere ad ogni domanda.

Link utili:

Condividi


RSS

Piu’ articoli…

Categorie …

Tags

RSS CSIRT

RSS Feed sconosciuto

RSS Full Disclosure

  • Drupal H5P Module <= 2.0.0 (isValidPackage) Zip Slip Vulnerability Dicembre 3, 2022
    Posted by Egidio Romano on Dec 03------------------------------------------------------------------ Drupal H5P Module
  • CyberDanube Security Research 20221124-0 | Authenticated Command Injection Hirschmann BAT-C2 Novembre 29, 2022
    Posted by Thomas Weber on Nov 29CyberDanube Security Research 20221124-0 -------------------------------------------------------------------------------                title| Authenticated Command Injection              product| Hirschmann (Belden) BAT-C2   vulnerable version| 8.8.1.0R8        fixed version| 09.13.01.00R04           CVE number| CVE-2022-40282               impact| High            ...
  • Exploiting an N-day vBulletin PHP Object Injection Vulnerability Novembre 29, 2022
    Posted by Egidio Romano on Nov 29Hello list, Just wanted to share with you my latest blog post: http://karmainsecurity.com/exploiting-an-nday-vbulletin-php-object-injection Best regards, /EgiX
  • Win32.Ransom.Conti / Crypto Logic Flaw Novembre 29, 2022
    Posted by malvuln on Nov 29Discovery / credits: Malvuln (John Page aka hyp3rlinx) (c) 2022 Original source: https://malvuln.com/advisory/99e55ce93392068c970384ab24a0e13d.txt Contact: malvuln13 () gmail com Media: twitter.com/malvuln Backup media: infosec.exchange/@malvuln Threat: Win32.Ransom.Conti Vulnerability: Crypto Logic Flaw Description: Conti ransomware FAILS to encrypt non PE files that have a ".exe" in the filename. Creating specially crafted file names...
  • Ransomware Deception Tactics Part 1 Novembre 29, 2022
    Posted by malvuln on Nov 29Did you know? some Ransomware like CONTI and others will FAIL to encrypt non PE files that have a ".exe" in the filename. Test.exe.docx Test.exe.pdf Conti MD5: 9eb9197cd58f4417a27621c4e1b25a71 ATOMSILO MD5: 5559e9f5e1645f8554ea020a29a5a3ee
  • Trojan.Win32.DarkNeuron.gen / Named Pipe Null DACL Novembre 29, 2022
    Posted by malvuln on Nov 29Discovery / credits: Malvuln (John Page aka hyp3rlinx) (c) 2022 Original source: https://malvuln.com/advisory/d891c9374ccb2a4cae2274170e8644d8.txt Contact: malvuln13 () gmail com Media: twitter.com/malvuln Backup media: infosec.exchange/@malvuln Threat: Trojan.Win32.DarkNeuron.gen Vulnerability: Named Pipe Null DACL Family: DarkNeuron (Turla Group) Type: PE32 MD5: d891c9374ccb2a4cae2274170e8644d8 Vuln ID: MVID-2022-0661 Disclosure: 11/24/2022...
  • Backdoor.Win32.Autocrat.b / Weak Hardcoded Credentials Novembre 29, 2022
    Posted by malvuln on Nov 29Discovery / credits: Malvuln (John Page aka hyp3rlinx) (c) 2022 Original source: https://malvuln.com/advisory/4262a8b52b902aa2e6bf02a156d1b8d4.txt Contact: malvuln13 () gmail com Media: twitter.com/malvuln Backup media: infosec.exchange/@malvuln Threat: Backdoor.Win32.Autocrat.b Vulnerability: Weak Hardcoded Credentials Description: The malware is packed with PeCompact, listens on TCP port 8536 and requires authentication. However, the password...
  • Backdoor.Win32.Serman.a / Unauthenticated Open Proxy Novembre 29, 2022
    Posted by malvuln on Nov 29Discovery / credits: Malvuln (John Page aka hyp3rlinx) (c) 2022 Original source: https://malvuln.com/advisory/f312e3a436995b86b205a1a37b1bf10f.txt Contact: malvuln13 () gmail com Media: twitter.com/malvuln Backup media: infosec.exchange/@malvuln Threat: Backdoor.Win32.Serman.a Vulnerability: Unauthenticated Open Proxy Family: Serman Type: PE32 MD5: f312e3a436995b86b205a1a37b1bf10f Vuln ID: MVID-2022-0659 Disclosure: 11/22/2022 Description: The...
  • Open-Xchange Security Advisory 2022-11-24 Novembre 29, 2022
    Posted by Martin Heiland via Fulldisclosure on Nov 29Dear subscribers, we&apos;re sharing our latest advisory with you and like to thank everyone who contributed in finding and solving those vulnerabilities. Feel free to join our bug bounty programs for OX AppSuite, Dovecot and PowerDNS at HackerOne and soon at YesWeHack. Yours sincerely, Martin Heiland, Open-Xchange […]
  • [CVE-2022-33942] Intel Data Center Manager Console <= 4.1.1.45749 ”UserMgmtHandler" Authentication Logic Error Leading to Authentication Bypass Novembre 29, 2022
    Posted by Julien Ahrens (RCE Security) on Nov 29RCE Security Advisory https://www.rcesecurity.com 1. ADVISORY INFORMATION ======================= Product: Intel Data Center Manager Vendor URL: https://www.intel.com/content/www/us/en/developer/tools/data-center-manager-console/overview.html Type: Authentication Bypass by Spoofing [CWE-290] Date found: 2022-06-01 Date published: 2022-11-23 CVSSv3 Score: 10.0 (CVSS:3.1/AV:N/AC:L/PR:N/UI:N/S:C/C:H/I:H/A:H) CVE:...

Customers

Newsletter