certificazioni red team cover Giacomo Lanzi

Le certificazioni del Red Team di SOD

Tempo di lettura stimato: 6 minuti

Nell’ottica di mantenere alta la guardia per la propria infrastruttura informatica, assumere un Red Team con certificazioni è la scelta ideale. Le analisi svolte da un Red Team certificato sono indirizzate alla protezione e prevenzione degli attacchi e delle perdite di dati.

Ovviamente, un Red Team in house richiederebbe costi ingenti di assunzione e un costante impiego economico per l’aggiornamento. Oltre al salario degli ingegneri che compongono il team. SOD, tuttavia, offre soluzioni eccellenti che sfruttano un Red Team e le sue certificazioni. Vediamo nel dettaglio di cosa stiamo parlando e come questo particolare “strumento” rende i servizi di SOD eccellenti.

certificazioni red team insegnante

A che cosa serve un Red Team

Quando parliamo di Red Team in ambito di sicurezza informatica, occorre considerare come questa squadra sia fondamentale per monitorare il perimetro e offrire copertura attiva e passiva in caso di attacco. Un Red Team, infatti, costantemente simula dei veri attacchi come se questi fossero svolti dall’esterno. Lo scopo è quello di agire come agirebbero gli hacker (black hat hacker), ma senza intenti distruttivi.

Questo significa che il perimetro e l’infrastruttura informatica vengono prima analizzati e successivamente messi sotto attacco. Questo avviene esattamente come se gli attacchi fossero portati a termine da parte di un gruppo di hacker malintenzionati. Anche gli strumenti e le strategie utilizzate dal Red Team sono frutto di un’accurata analisi, per testare in modo completo il fattore sicurezza della piattaforma aziendale.

Il Red Team rappresenta un prezioso alleato nel garantire una soluzione completa e aggiornata per la sicurezza informatica in generale.

Questo vantaggio strategico nell’impiego di un Red Team deriva direttamente dalle certificazioni conseguite. È proprio grazie alle certificazioni acquisite, infatti, che è possibile tenere sotto controllo e testare ogni parte dell’infrastruttura secondo le ultime tendenze nella pirateria informatica.

La scelta del Red Team e l’importanza delle certificazioni

Ovviamente è importante considerare come il team abbia esperienza nel campo. Il nostro Red Team, oltre alle certificazioni di cui parleremo tra poco, vanta oltre 20 anni di esperienza. Questo fattore esperienziale è importante perché gli attacchi si sono evoluti nel corso degli anni e conoscere l’evoluzione delle tecnologie coinvolte permette un maggiore controllo su di esse.

Dunque, un team esperto come il nostro rappresenta una scelta ideale. Ma dopo l’esperienza, entra in gioco il costante aggiornamento professionale che contraddistingue il nostro Red Team. L’aggiornamento perenne e le certificazioni conseguenti, sono il nostro fiore all’occhiello.

Alcune certificazioni importanti

Parlando delle certificazioni acquisite dal nostro Red Team, partiamo col dire che le diverse certificazioni si riferiscono a uno specifico aspetto del lavoro del team. Come vedremo negli esempi, ogni certificazione permette di capire al meglio uno degli aspetti coinvolti negli attacchi e nella difesa di un infrastruttura informatica. Per la lista completa delle certificazioni del Red Team visitare la pagina del servizio di Vulnerability Assessment e Penetration Test.

Certificazione Red Team: eCCPT

Tra i certificati che vengono acquisiti dal nostro Red Team di SOD spicca quello eCCPT, ovvero eLearnSecurity Certified Professional Penetration Tester.

Questa particolare certificazione si concentra sulle tecniche adottate nelle penetrazioni dei sistemi. Il Red Team che vanta questa certificazione, è in grado di analizzare quelle che possono essere le diverse falle nel sistema di sicurezza, con l’obiettivo di entrare nel sistema stesso. Lo scopo della penetrazione può variare dal data breach al rilascio di malware o ransomware nel sistema.

Ricordiamo, inoltre, che il servizio di Penetration Test è disponibile tra i nostri servizi e che suggeriamo di usarlo con regolarità.

Certificazione CCSP

Il certificato CCSP, ovvero il Cisco Certified Security Professional, si concentra nello studio della sicurezza delle reti. Per ottenere la certificazione si superano due esami. Il primo esame copre le tecnologie di sicurezza di base e il secondo è incentrato su una tecnologia a scelta del candidato. Questo è utile perché fa in modo di personalizzare la certificazione a una specifica area rilevante per chi sostiene la certificazione.

Certificazione CEH

Acronimo di Certified Ethical Hacker, anche questa è da elencare tra quelle del nostro Red Team. Incentrata nella formazione di veri hacker, è una qualifica ottenuta dimostrando la conoscenza della valutazione della sicurezza dei sistemi informatici. La valutazione avviene cercando debolezze e vulnerabilità nei sistemi di destinazione, utilizzando le stesse conoscenze e strumenti di un hacker malintenzionato, ma in modo lecito e legittimo per valutare la sicurezza.

Certificazione NSE

Il programma Network Security Expert (NSE) di Fortinet è un programma di formazione e certificazione a otto livelli, progettato per fornire ai professionisti tecnici interessati una convalida indipendente delle loro competenze ed esperienze in materia di sicurezza di rete. Il programma NSE include una vasta gamma di corsi, così come esercizi pratici ed esperienziali che dimostrano la padronanza di complessi concetti di sicurezza di rete.

Il nostro Red Team possiede diverse altre certificazioni e ognuna supporta un determinato aspetto del lavoro di ricerca e analisi informatica. In ultima analisi, le nostre certificazioni offrono una totale sicurezza nel lavoro svolto dal Red Team.

certificazioni red team cover

Le costanti certificazioni del nostro team

Gli attacchi che vengono perpetrati da parte di uno o più hacker che intendono sfruttare in modo scorretto la rete sono molto dinamici e in continua evoluzione. Questo implica che anche chi, come noi, difende le strutture, deve pensare di avere una “mappa” di conseguimento delle certificazioni.

Tutti i membri del nostro Red Team seguono una serie di certificazioni e affrontano costantemente nuove sfide per mantenersi sempre aggiornati. Vorremmo precisare come ognuna di queste qualifiche siano frutto dell’applicazione di un metodo di studio che implica l’analisi dei vari problemi che il nostro Red Team affronta quotidianamente.

Grazie al costante impegno messo in pratica da parte del nostro staff, ogni infrastruttura che difendiamo viene sottoposta a un’accurata analisi l’obiettivo di evitare che un attacco possa andare a buon segno.

Conclusioni

Se la vostra azienda vuole contare su un Red Team certificato, senza affrontarne i costi, ma avendone tutti i benefici, non rimane altro che contattarci per sapere come possiamo aiutarvi attivamente.

Solamente con il costante aggiornamento al quale il nostro Red Team si sottopone è possibile avere la concreta opportunità di raggiungere un ottimo risultato.

Link utili:

Condividi


RSS

Piu’ articoli…

Categorie …

Tags

RSS CSIRT

RSS Dark Reading

RSS Full Disclosure

  • Backdoor.Win32.Hellza.120 / Authentication Bypass Settembre 20, 2022
    Posted by malvuln on Sep 19Discovery / credits: Malvuln (John Page aka hyp3rlinx) (c) 2022 Original source: https://malvuln.com/advisory/2cbd0fcf4d5fd5fb6c8014390efb0b21_B.txt Contact: malvuln13 () gmail com Media: twitter.com/malvuln Threat: Backdoor.Win32.Hellza.120 Vulnerability: Authentication Bypass Description: The malware listens on TCP ports 12122, 21. Third-party adversarys who can reach infected systems can logon using any username/password combination....
  • Backdoor.Win32.Hellza.120 / Unauthorized Remote Command Execution Settembre 20, 2022
    Posted by malvuln on Sep 19Discovery / credits: Malvuln (John Page aka hyp3rlinx) (c) 2022 Original source: https://malvuln.com/advisory/2cbd0fcf4d5fd5fb6c8014390efb0b21.txt Contact: malvuln13 () gmail com Media: twitter.com/malvuln Threat: Backdoor.Win32.Hellza.120 Vulnerability: Unauthorized Remote Command Execution Description: The malware listens on TCP ports 12122, 21. Third-party adversarys who can reach infected systems can issue commands made available by the...
  • Trojan.Ransom.Ryuk.A / Arbitrary Code Execution Settembre 20, 2022
    Posted by malvuln on Sep 19Discovery / credits: Malvuln (John Page aka hyp3rlinx) (c) 2022 Original source: https://malvuln.com/advisory/5ac0f050f93f86e69026faea1fbb4450.txt Contact: malvuln13 () gmail com Media: twitter.com/malvuln Threat: Trojan.Ransom.Ryuk.A Vulnerability: Arbitrary Code Execution Description: The ransomware looks for and executes DLLs in its current directory. Therefore, we can potentially hijack a vuln DLL execute our own code, […]
  • Trojan-Dropper.Win32.Corty.10 / Insecure Credential Storage Settembre 20, 2022
    Posted by malvuln on Sep 19Discovery / credits: Malvuln (John Page aka hyp3rlinx) (c) 2022 Original source: https://malvuln.com/advisory/f72138e574743640bdcdb9f102dff0a5.txt Contact: malvuln13 () gmail com Media: twitter.com/malvuln Threat: Trojan-Dropper.Win32.Corty.10 Vulnerability: Insecure Credential Storage Description: The malware stores its credentials in cleartext within the Windows registry. Family: Corty Type: PE32 MD5: f72138e574743640bdcdb9f102dff0a5 Vuln ID:...
  • Re: over 2000 packages depend on abort()ing libgmp Settembre 20, 2022
    Posted by Matthew Fernandez on Sep 19What is the security boundary being violated here? As a maintainer of some of the packages implicated here, I’m unsure what my actionable tasks are. The threat model(s) for my packages does not consider crashes to be a security violation. On the other side, things like crypto code frequently […]
  • SEC Consult SA-20220915-0 :: Local Privilege Escalation im SAP® SAPControl Web Service Interface (sapuxuserchk) Settembre 16, 2022
    Posted by SEC Consult Vulnerability Lab, Research via Fulldisclosure on Sep 15SEC Consult Vulnerability Lab Security Advisory < 20220915-0 > ======================================================================= title: Local privilege escalation product: SAP® SAPControl Web Service Interface (sapuxuserchk) vulnerable version: see section "Vulnerable / tested versions" fixed version: see SAP security note 3158619 CVE number: CVE-2022-29614...
  • SEC Consult SA-20220914-0 :: Improper Access Control in SAP® SAProuter Settembre 16, 2022
    Posted by SEC Consult Vulnerability Lab, Research via Fulldisclosure on Sep 15SEC Consult Vulnerability Lab Security Advisory < 20220914-0 > ======================================================================= title: Improper Access Control product: SAP® SAProuter vulnerable version: see section "Vulnerable / tested versions" fixed version: see SAP security note 3158375 CVE number: CVE-2022-27668 impact: high homepage:...
  • over 2000 packages depend on abort()ing libgmp Settembre 16, 2022
    Posted by Georgi Guninski on Sep 15ping world libgmp is library about big numbers. it is not a library for very big numbers, because if libgmp meets a very big number, it calls abort() and coredumps. 2442 packages depend on libgmp on ubuntu20. [email protected]:~/prim$ apt-cache rdepends libgmp10 | wc -l 2442 gawk crash: [email protected]:~/prim$ gawk […]
  • APPLE-SA-2022-09-12-5 Safari 16 Settembre 12, 2022
    Posted by Apple Product Security via Fulldisclosure on Sep 12APPLE-SA-2022-09-12-5 Safari 16 Safari 16 addresses the following issues. Information about the security content is also available at https://support.apple.com/HT213442. Safari Extensions Available for: macOS Big Sur and macOS Monterey Impact: A website may be able to track users through Safari web extensions Description: A logic issue […]
  • APPLE-SA-2022-09-12-4 macOS Monterey 12.6 Settembre 12, 2022
    Posted by Apple Product Security via Fulldisclosure on Sep 12APPLE-SA-2022-09-12-4 macOS Monterey 12.6 macOS Monterey 12.6 addresses the following issues. Information about the security content is also available at https://support.apple.com/HT213444. ATS Available for: macOS Monterey Impact: An app may be able to bypass Privacy preferences Description: A logic issue was addressed with improved state management. […]

Customers

Newsletter