Falsi miti sicurezza informatica Piergiorgio Venuti

Falsi miti sicurezza informatica: perché backup, cloud, firewall e antivirus da soli non bastano più

Estimated reading time: 4 minuti

Introduzione

La sicurezza informatica è diventata una delle principali preoccupazioni per aziende e privati. Con l’aumento degli attacchi informatici e delle violazioni dei dati, molti credono ancora che soluzioni come il backup dei dati, l’archiviazione cloud, i firewall e gli antivirus siano sufficienti a proteggere i propri asset digitali. Tuttavia, queste soluzioni da sole non bastano più a fronteggiare le minacce odierne. In questo articolo analizzeremo perché queste soluzioni non possono più essere considerate adeguate e cosa si può fare per migliorare la propria sicurezza informatica.

Il falso mito del backup

Il backup dei dati è da sempre stato uno dei pilastri di qualsiasi strategia di sicurezza informatica. Avere una copia dei propri dati permette infatti di ripristinarli in caso di attacco ransomware o malfunzionamenti. Tuttavia, il solo backup non è più sufficiente di fronte alle odierne minacce avanzate e persistenti (Advanced Persistent Threat o APT).

Gli attacchi APT prevedono che gli hacker rimangano nascosti nella rete della vittima anche per mesi, esfiltrando silenziosamente dati preziosi prima di essere individuati e neutralizzati. In questi casi, il backup conterrà una copia dei dati già compromessi, vanificandone l’utilità. Inoltre, se l’accesso degli hacker non viene eliminato, questi potranno continuare ad accedere alla rete ed ai nuovi backup creati. Serve quindi integrare il backup con soluzioni di monitoraggio attivo della rete per identificare e bloccare questo tipo di minacce.

Il falso mito del Cloud

L’archiviazione cloud viene spesso vista come un modo per aumentare la sicurezza dei dati, grazie alla ridondanza e alla protezione fornite dai provider. Tuttavia, spostare i dati sul cloud non migliora di per sé la sicurezza informatica. La superficie di attacco si sposta semplicemente dai server interni a quelli del fornitore cloud. Inoltre, la sicurezza di base offerta dalla maggior parte dei provider copre solo la protezione dell’infrastruttura cloud, ma non analizza il contenuto dei dati per individuare minacce.

La crittografia e le policy di accesso ai dati devono essere implementate e gestite dal cliente. In caso di attacco ransomware che crittografa i file, questi resteranno inaccessibili anche se sono su cloud. Serve quindi integrare servizi di sicurezza aggiuntivi per proteggere realmente i dati in cloud, oltre a formare il personale sulla corretta configurazione delle policy di accesso.

Il falso mito del Firewall

I firewall sono un elemento cruciale per definire il perimetro della rete aziendale e controllare il traffico in entrata e uscita. Tuttavia, un firewall tradizionale da solo non è più sufficiente a bloccare le odierne minacce informatiche. Ciò per due motivi principali:

  • Molti attacchi avvengono utilizzando canali legittimi che sono autorizzati dal firewall, come email, siti web e condivisione file. Il firewall controlla solo il canale di comunicazione, non il contenuto veicolato.
  • Le minacce interne, ovvero attacchi originati da dipendenti compromessi o dispositivi già presenti in rete, bypassano completamente il firewall.

Per migliorare la protezione serve adottare firewall di nuova generazione con funzioni avanzate come IPS (Intrusion Prevention), sandboxing e protezione avanzata dalle minacce per controllare anche i contenuti veicolati dalla rete. Inoltre servono strumenti di monitoraggio interno della rete.

Il falso mito dell’Antivirus

Gli antivirus sono fondamentali per proteggere endpoint come PC, laptop e server da malware come virus, ransomware, spyware, trojan e worm. Tuttavia anche gli antivirus tradizionali non sono più sufficienti da soli a fermare le odierne minacce avanzate. I motivi sono due:

  • Si basano su database di firme di malware noti, e sono quindi inefficaci contro nuove minacce sconosciute.
  • Possono essere ingannati o disattivati da malware avanzati.

Per migliorare il livello di protezione, le imprese dovrebbero dotarsi di antivirus di nuova generazione che incorporano l’intelligenza artificiale e l’apprendimento automatico per rilevare anche minacce sconosciute basandosi sul loro comportamento anomalo, oltre che su database di firme. Inoltre questi antivirus avanzati adottano tecniche di auto-protezione per impedire la disattivazione.

Conclusione: La necessità di un approccio integrato moderno

Come abbiamo visto, soluzioni come il backup, il cloud, i firewall e gli antivirus – pur rimanendo importanti – non sono più sufficienti da sole a proteggere aziende e utenti contro le odierne minacce informatiche avanzate e in continua evoluzione.

Serve invece un approccio stratificato e moderno che integri: protezione avanzata degli endpoint, monitoraggio attivo 24/7 della rete per rilevare minacce interne ed esterne, formazione continua del personale, backup crittografati e immutabili, e server e postazioni separate per limitare l’impatto di eventuali attacchi.

In questo contesto, servizi come Secure Online Desktop SOCaaS, che uniscono il monitoraggio professionale 24/7 della rete aziendale con l’analisi delle minacce tramite un moderno Security Operation Center, e protezione avanzata degli endpoint, possono migliorare significativamente il livello di sicurezza per aziende e organizzazioni.

Useful links:

Condividi


RSS

Piu’ articoli…

Categorie …

Tags

RSS CSIRT

RSS darkreading

RSS Full Disclosure

  • SEC Consult SA-20240220-0 :: Multiple Stored Cross-Site Scripting Vulnerabilities in OpenOLAT (Frentix GmbH) Febbraio 21, 2024
    Posted by SEC Consult Vulnerability Lab, Research via Fulldisclosure on Feb 20SEC Consult Vulnerability Lab Security Advisory < 20240220-0 > ======================================================================= title: Multiple Stored Cross-Site Scripting Vulnerabilities product: OpenOLAT (Frentix GmbH) vulnerable version:
  • Re: Buffer Overflow in graphviz via via a crafted config6a file Febbraio 21, 2024
    Posted by Matthew Fernandez on Feb 20The fix for this ended up landing in Graphviz 10.0.1, available at https://graphviz.org/download/. Details of this CVE (CVE-2023-46045) are now published, but the CPEs are incomplete. For those who track such things, the affected range is [2.36.0, 10.0.1).
  • CVE-2024-24681: Insecure AES key in Yealink Configuration Encrypt Tool Febbraio 21, 2024
    Posted by Jeroen J.A.W. Hermans via Fulldisclosure on Feb 20CloudAware Security Advisory CVE-2024-24681: Insecure AES key in Yealink Configuration Encrypt Tool ======================================================================== Summary ======================================================================== A single, vendorwide, hardcoded AES key in the configuration tool used to encrypt provisioning documents was leaked leading to a compromise of confidentiality of provisioning documents....
  • Microsoft Windows Defender / Backdoor:JS/Relvelshe.A / Detection Mitigation Bypass Febbraio 21, 2024
    Posted by hyp3rlinx on Feb 20[+] Credits: John Page (aka hyp3rlinx) [+] Website: hyp3rlinx.altervista.org [+] Source: https://hyp3rlinx.altervista.org/advisories/Windows_Defender_Backdoor_JS.Relvelshe.A_Detection_Mitigation_Bypass.txt [+] twitter.com/hyp3rlinx [+] ISR: ApparitionSec [Vendor] www.microsoft.com [Product] Windows Defender [Vulnerability Type] Detection Mitigation Bypass Backdoor:JS/Relvelshe.A [CVE Reference] N/A [Security Issue] Back in 2022 I released a...
  • Microsoft Windows Defender / VBScript Detection Bypass Febbraio 21, 2024
    Posted by hyp3rlinx on Feb 20[+] Credits: John Page (aka hyp3rlinx) [+] Website: hyp3rlinx.altervista.org [+] Source: https://hyp3rlinx.altervista.org/advisories/MICROSOFT_WINDOWS_DEFENDER_VBSCRIPT_TROJAN_MITIGATION_BYPASS.txt [+] twitter.com/hyp3rlinx [+] ISR: ApparitionSec [Vendor] www.microsoft.com [Product] Windows Defender [Vulnerability Type] Windows Defender VBScript Detection Mitigation Bypass TrojanWin32Powessere.G [CVE Reference] N/A [Security Issue]...
  • Microsoft Windows Defender / Trojan.Win32/Powessere.G / Detection Mitigation Bypass Part 3 Febbraio 21, 2024
    Posted by hyp3rlinx on Feb 20[+] Credits: John Page (aka hyp3rlinx) [+] Website: hyp3rlinx.altervista.org [+] Source: https://hyp3rlinx.altervista.org/advisories/MICROSOFT_WINDOWS_DEFENDER_TROJAN.WIN32.POWESSERE.G_MITIGATION_BYPASS_PART_3.txt [+] twitter.com/hyp3rlinx [+] ISR: ApparitionSec [Vendor] www.microsoft.com [Product] Windows Defender [Vulnerability Type] Windows Defender Detection Mitigation Bypass TrojanWin32Powessere.G [CVE Reference] N/A [Security Issue]...
  • 44CON 2024 September 18th - 20th CFP Febbraio 15, 2024
    Posted by Florent Daigniere via Fulldisclosure on Feb 1544CON is the UK&apos;s largest combined annual Security Conference and Training event. Taking place 18,19,20 of September at the Novotel London West near Hammersmith, London. We will have a fully dedicated conference facility, including catering, private bar, amazing coffee and a daily Gin O’Clock break.         _  […]
  • SEC Consult SA-20240212-0 :: Multiple Stored Cross-Site Scripting vulnerabilities in Statamic CMS Febbraio 14, 2024
    Posted by SEC Consult Vulnerability Lab, Research via Fulldisclosure on Feb 13SEC Consult Vulnerability Lab Security Advisory < 20240212-0 > ======================================================================= title: Multiple Stored Cross-Site Scripting vulnerabilities product: Statamic CMS vulnerable version: =3.4.17 CVE number: CVE-2024-24570 impact: high homepage: https://statamic.com/...
  • Stored XSS and RCE - adaptcmsv3.0.3 Febbraio 14, 2024
    Posted by Andrey Stoykov on Feb 13# Exploit Title: Stored XSS and RCE - adaptcmsv3.0.3 # Date: 02/2024 # Exploit Author: Andrey Stoykov # Version: 3.0.3 # Tested on: Ubuntu 22.04 # Blog: http://msecureltd.blogspot.com *Description* - It was found that adaptcms v3.0.3 was vulnerable to stored cross site scripting - Also the application allowed the […]
  • OXAS-ADV-2023-0007: OX App Suite Security Advisory Febbraio 14, 2024
    Posted by Martin Heiland via Fulldisclosure on Feb 13Dear subscribers, We&apos;re sharing our latest advisory with you and like to thank everyone who contributed in finding and solving those vulnerabilities. Feel free to join our bug bounty programs for OX App Suite, Dovecot and PowerDNS at YesWeHack. This advisory has also been published at https://documentation.open-xchange.com/appsuite/security/advisories/html/2023/oxas-adv-2023-0007.html. […]

Customers

Newsletter

{subscription_form_2}