uba e ueba Giacomo Lanzi

UBA e UEBA: le differenze

Estimated reading time: 5 minuti

Come abbiamo già affrontato precedentemente negli scorsi articoli, i ransomware sono una tipologia di malware che, sfruttando la crittografia, attaccano i sistemi informatici, impedendo l’accesso ai dati da parte dei legittimi proprietari. La diffusione di questi attacchi è in costante aumento e senza delle adeguate misure di sicurezza da adoperare a supporto dei sistemi informatici (come ad esempio UBA e UEBA) è più facile che questi attacchi avvengano con successo.

Cosa è accaduto nel 2020

Nello scorso anno, il 39% degli italiani che hanno subito questa tipologia di attacchi ha assecondato le richieste degli hacker e il 43% di essi non è riuscito ad ottenere indietro le informazioni sottratte. [Fonte: Indagine Kaspersky]

Secondo i più recenti sondaggi a livello globale è emerso che gli utenti con età compresa tra i 35 e i 44 anni sarebbero i più propensi a pagare il riscatto, inoltre il 65% di loro ha dichiarato di averlo già fatto in passato.

Il 52% degli utenti (più della metà) con età compresa tra i 16 e i 24 anni hanno versato il denaro ai criminali. Gli utenti con età superiore a 55 anni si sono rivelati i più indisposti, soltanto l’11% di loro ha assecondato le richieste degli hackers. Un terzo degli italiani intervistati (il 33%) ha affermato di aver perso definitivamente l’accesso a quasi tutti i propri dati.

In Italia, soltanto l’11% degli gli utenti che hanno subito questa tipologia di attacchi è riuscito a recuperare e a ripristinare tutti i file criptati. Il 17% dichiara di averne persi solo in parte e il 22% dichiara di aver ottenuto una quantità non significativa di dati.

uba e ueba cover

Deduzioni

Da tutte queste informazioni abbiamo capito che le conseguenze di questi attacchi sono davvero invalidanti per un’azienda. Nell’ultimo anno una percentuale significativa di utenti ha pagato invano per ottenere l’accesso alle proprie informazioni personali.

Pagare non garantisce il recupero delle informazioni sottratte. Questa, per altro, è una componente importante dell’attacco a doppia estorsione, che abbiamo già visto in un altro articolo.

È opportuno effettuare periodicamente molteplici backup dei dati e investire in strumenti di sicurezza in grado di proteggere i vari dispositivi da questa tipologia di minacce informatiche.

UBA e UEBA sono strumenti in grado di comprendere il comportamento routinario di tutti gli utenti in un ambiente IT con il fine di creare una linea di comportamento utile per scovare i comportamenti anomali e bloccare tempestivamente le minacce.

Cosa sono UBA e UEBA

UBA e UEBA sono rispettivamente gli acronimi di User Behavior Analytics e User Behavior and Entity Analytics. Sono molto simili in quanto entrambi sfruttano il machine learning per comprendere come si comportano gli utenti all’interno di un sistema. I due sistemi identificano tutte le attività rischiose e le anomalie che si discostano dal comportamento abitudinario. Queste informazioni possono poi essere usate in molteplici modi, tra cui far scattare una notifica, per fare in modo che un operatore controlli cosa stia succedendo; oppure il blocco dell’evento anomalo come misura cautelare.

La differenza sostanziale tra i due è che il UEBA è in grado di analizzare anche il comportamento delle macchine e non solo degli utenti, a differenza dello UBA, pertanto è in grado di fornire una protezione più completa.

Poniamo il caso che un utente si connetta abitudinariamente ad una VPN per navigare. Con UBA e UEBA è possibile tracciare tutte le abitudini dell’utente e i dati relativi alle tecnologie che utilizza. Ad esempio è possibile ottenere informazioni sulla data di inizio e di fine delle sue sessioni, gli indirizzi IP ai quali si connette, il paese da cui accede e tanti altri attributi di questo genere.

Nel momento in cui l’utente non si dovesse connettere alla VPN per visitare un portale specifico, per esempio quello aziendale, UBA e UEBA segnalerebbero un’anomalia.

Consigli e raccomandazioni

Molte persone non sono informate sulle più comuni minacce informatiche. Nell’ultimo anno soltanto il 28% delle persone ha sentito parlare di attacchi ransomware.

Noi di SOD prendiamo molto a cuore tutti gli aspetti che riguardano la sicurezza di un sistema informatico e la tutela dei suoi utenti. Uno dei nostri obiettivi è sensibilizzare gli utenti informandoli sulla pericolosità di queste minacce informatiche, dando loro consigli utili per far fronte a queste tipologie di attacchi.

Ecco alcuni consigli utili per rispondere agli attacchi:

Non pagare MAI il riscatto: Il consiglio che diamo sempre in queste situazioni è contattare immediatamente le forze dell’ordine segnalando l’accaduto.
Cerca di scoprire il nome del malware ransomware: scoprendo il nome del malware si facilita il lavoro agli esperti di sicurezza informatica. Più informazioni hanno a disposizione e più tempestivamente riusciranno a rispondere alla minaccia.
Mai aprire allegati provenienti da indirizzi email non conosciuti e controllare sempre l’indirizzo email del mittente. Molto spesso gli hacker utilizzano nomi ingannevoli fingendosi aziende note, bisogna sempre verificare che l’indirizzo del mittente corrisponda effettivamente all’indirizzo a noi noto. N.B. Mediante una tecnica chiamata mail source spoofing è possibile per un malintenzionato falsificare il mittente in modo che risulti identico ad uno legittimo a voi conosciuto.
– Mai inserire chiavette USB o altri sistemi di archiviazione esterna se non si è sicuri della loro provenienza.
– Eseguire con frequenza il backup dei dispositivi in modo da poter aver accesso ad una copia recente utilizzabile per il ripristino del dispositivo. E’ opportuno che la copia di backup sia offline come impone la regola del 3-2-1.
Premunirsi di sistemi e servizi professionali di sicurezza, come UBA e UEBA.

uba e ueba

Conclusioni su UBA e UEBA

Secondo i dati risalenti al 2020 è emerso come il rischio derivato da minacce ransomware sia sempre più frequente e come è possibile prevenire e bloccare questi attacchi con UBA e UEBA. Seguendo i consigli riportati in questo articolo è possibile impedire che certe situazioni si manifestino.

Proteggi i tuo dati e quelli della tua azienda, contattaci per ulteriori informazioni premendo il pulsante presente qui in basso, saremo lieti di rispondere ad ogni tua domanda.

Link utili:

Condividi


RSS

Piu’ articoli…

Categorie …

Tags

RSS CSIRT

RSS Dark Reading

RSS Full Disclosure

  • Trovent Security Advisory 2203-01 / Micro Focus GroupWise transmits session ID in URL Gennaio 31, 2023
    Posted by Stefan Pietsch on Jan 30# Trovent Security Advisory 2203-01 # ##################################### Micro Focus GroupWise transmits session ID in URL ################################################# Overview ######## Advisory ID: TRSA-2203-01 Advisory version: 1.0 Advisory status: Public Advisory URL: https://trovent.io/security-advisory-2203-01 Affected product: Micro Focus GroupWise Affected version: prior to 18.4.2 Vendor: Micro Focus, https://www.microfocus.com...
  • APPLE-SA-2023-01-24-1 tvOS 16.3 Gennaio 27, 2023
    Posted by Apple Product Security via Fulldisclosure on Jan 26APPLE-SA-2023-01-24-1 tvOS 16.3 tvOS 16.3 addresses the following issues. Information about the security content is also available at https://support.apple.com/HT213601. AppleMobileFileIntegrity Available for: Apple TV 4K (all models) and Apple TV HD Impact: An app may be able to access user-sensitive data Description: This issue was addressed […]
  • [SYSS-2022-047] Razer Synapse - Local Privilege Escalation Gennaio 27, 2023
    Posted by Oliver Schwarz via Fulldisclosure on Jan 26Advisory ID: SYSS-2022-047 Product: Razer Synapse Manufacturer: Razer Inc. Affected Version(s): Versions before 3.7.0830.081906 Tested Version(s): 3.7.0731.072516 Vulnerability Type: Improper Certificate Validation (CWE-295) Risk Level: High Solution Status: Open Manufacturer Notification: 2022-08-02 Solution Date: 2022-09-06 Public Disclosure:...
  • [RT-SA-2022-002] Skyhigh Security Secure Web Gateway: Cross-Site Scripting in Single Sign-On Plugin Gennaio 26, 2023
    Posted by RedTeam Pentesting GmbH on Jan 26RedTeam Pentesting identified a vulnerability which allows attackers to craft URLs to any third-party website that result in arbitrary content to be injected into the response when accessed through the Secure Web Gateway. While it is possible to inject arbitrary content types, the primary risk arises from JavaScript […]
  • t2'23: Call For Papers 2023 (Helsinki, Finland) Gennaio 24, 2023
    Posted by Tomi Tuominen via Fulldisclosure on Jan 23Call For Papers 2023 Tired of your bosses suspecting conference trips to exotic locations being just a ploy to partake in Security Vacation Club? Prove them wrong by coming to Helsinki, Finland on May 4-5 2023! Guaranteed lack of sunburn, good potential for rain or slush. In […]
  • Re: HNS-2022-01 - HN Security Advisory - Multiple vulnerabilities in Solaris dtprintinfo and libXm/libXpm Gennaio 24, 2023
    Posted by Marco Ivaldi on Jan 23Hello again, Just a quick update. Mitre has assigned the following additional CVE IDs: * CVE-2023-24039 - Stack-based buffer overflow in libXm ParseColors * CVE-2023-24040 - Printer name injection and heap memory disclosure We have updated the advisory accordingly: https://github.com/hnsecurity/vulns/blob/main/HNS-2022-01-dtprintinfo.txt Regards, Marco
  • APPLE-SA-2023-01-23-8 Safari 16.3 Gennaio 24, 2023
    Posted by Apple Product Security via Fulldisclosure on Jan 23APPLE-SA-2023-01-23-8 Safari 16.3 Safari 16.3 addresses the following issues. Information about the security content is also available at https://support.apple.com/HT213600. WebKit Available for: macOS Big Sur and macOS Monterey Impact: Processing maliciously crafted web content may lead to arbitrary code execution Description: The issue was addressed with […]
  • APPLE-SA-2023-01-23-7 watchOS 9.3 Gennaio 24, 2023
    Posted by Apple Product Security via Fulldisclosure on Jan 23APPLE-SA-2023-01-23-7 watchOS 9.3 watchOS 9.3 addresses the following issues. Information about the security content is also available at https://support.apple.com/HT213599. AppleMobileFileIntegrity Available for: Apple Watch Series 4 and later Impact: An app may be able to access user-sensitive data Description: This issue was addressed by enabling hardened […]
  • APPLE-SA-2023-01-23-6 macOS Big Sur 11.7.3 Gennaio 24, 2023
    Posted by Apple Product Security via Fulldisclosure on Jan 23APPLE-SA-2023-01-23-6 macOS Big Sur 11.7.3 macOS Big Sur 11.7.3 addresses the following issues. Information about the security content is also available at https://support.apple.com/HT213603. AppleMobileFileIntegrity Available for: macOS Big Sur Impact: An app may be able to access user-sensitive data Description: This issue was addressed by enabling […]
  • APPLE-SA-2023-01-23-5 macOS Monterey 12.6.3 Gennaio 24, 2023
    Posted by Apple Product Security via Fulldisclosure on Jan 23APPLE-SA-2023-01-23-5 macOS Monterey 12.6.3 macOS Monterey 12.6.3 addresses the following issues. Information about the security content is also available at https://support.apple.com/HT213604. AppleMobileFileIntegrity Available for: macOS Monterey Impact: An app may be able to access user-sensitive data Description: This issue was addressed by enabling hardened runtime. CVE-2023-23499: […]

Customers

Newsletter