uso socaas cover Giacomo Lanzi

Casi d’uso di un SOCaaS per le aziende parte 1

Estimated reading time: 7 minuti

Le applicazioni di Cyber Threat Analytics monitorano i log di sicurezza e il network per rilevare in maniera tempestiva eventuali infezioni malware (per esempio, gli attacchi zero day e i ransomware), la compromissione del sistema, le attività di “lateral movement”, pass-the-hash, pass-the-ticket e altre tecniche avanzate d’intrusione. L’uso di un SOCaaS permette di estrapolare dati da sorgenti come firewalls, proxy, VPN, IDS, DNS, endpoints, e da tutti i dispositivi connessi alla rete con lo scopo di identificare modelli dannosi come il “beaconing”, connessioni a domini generati digitalmente, azioni eseguite da robot e tutti i comportamenti anomali.

Il nostro sistema SOCaaS è dotato di intelligenza artificiale che arricchisce e trasforma gli eventi SIEM, in modo da identificare le minacce nell’intero ambiente IT, includendo anche le applicazioni aziendali critiche.

Quali sono i vantaggi a livello aziendale?

L’uso di un SOCaaS. Qui sotto è riportata una lista con soltanto alcuni dei vantaggi che l’uso di un SOCaaS può comportare un rapido rilevamento delle violazioni, la riduzione dell’impatto di queste. Inoltre, un SOCaaS fornisce risposte e indagini complete sulle minacce, diminuisce i costi di monitoring e gestione, così come i costi di conformità.

L’uso di un SOCaaS permette, inoltre, di ricevere segnalazioni quantificate e non soggettive su minacce e rischi.

uso socaas

Casi d’uso SOCaaS

Dopo una panoramica generale sui vantaggi che potrebbe offrire all’azienda l’uso di un SOCaaS, vediamo in quali contesti viene normalmente impiegato.

Un SOCaaS è costituito da elementi che sono molto idonei per essere applicati in caso di esecuzioni anomale di applicazioni, così come nell’analisi del traffico bot verso un sito web dannoso.

In altri casi il SOCaaS individua query DNS insolite, una possibile attività di comando e controllo a distanza, analizza gli spike in byte verso destinazioni esterni e quindi controlla anche il traffico, relazionandolo in un contesto applicazione/porta.

Altri scenari in cui l’uso di un SOCaaS è ideale sono i rilevamenti di exploit, di sessioni dalla durata insolita, ma anche di connessioni a IP o domini in blacklist e di attività anomale in genere.

Infine, è in grado anche di individuare attacchi di SPAM mirato e i tentativi di phishing.

Threat Models

Analizzando gli indicatori di minaccia è possibile rilevare comportamenti correlati su più origini di dati, per rilevando anche tutte quelle minacce che solitamente passano inosservate. Molteplici indicatori di minaccia che si verificano in uno schema e che coinvolgono entità simili tendono a presentare un maggior rischio di costituire una minaccia reale.

I Threat Models definiscono questi schemi e combinano le policy e gli indicatori di minaccia per rilevare i comportamenti correlati su più sorgenti di dati, identificando le minacce che potrebbero passare inosservate. In seguito sono riportati alcuni dei Threat Models più comuni che sono inclusi nell’uso di un SOCaaS

Rilevamento dei Lateral Movement

Questo Threat Model rileva i possibili scenari di “lateral movement”, impiegati dagli aggressori per diffondersi progressivamente in una rete alla ricerca di risorse e dati chiave. I segnali di un attacco del genere possono essere vari e li possiamo dividere in tre categorie: Autenticazione anomala, privilegi sospetti, processo anomalo.

Autenticazione anomala è solitamente individuabile tramite alcuni indizi. Per esempio se un account accede a un host mai raggiunto prima. Oppure se vengono usate credenziali esplicite su più host, oppure ancora se viene rilevato un tipo/processo di autenticazione sospetto.

Per quello che riguarda i privilegi sospetti, ecco alcuni indicatori rilevabili con l’uso di un SOCaaS:

  • attività di provisioning anomala
  • escalation sospetta dei privilegi
  • accesso anomalo agli oggetti della condivisione della rete

Un processo anomalo viene individuato in questo modo tramite l’uso di un SOCaaS: un codice processo inconsueto, oppure la creazione sospetta di attività pianificate. Alternativamente possono essere rilevati dei cambiamenti sospetti alle impostazioni del registro di sistema.

Rilevamento di host compromessi

Questo modello viene impiegato nell’uso di un SOCaaS per rilevare gli host che mostrano segni di infezione e compromissione mettendo in relazione le anomalie basate su host e rete sulla stessa entità.

Un possibile allarme è dato dalle anomalie nel traffico in uscita. Questo si verifica quando il traffico si dirige verso domini casuali o host notoriamente malevoli. In altri casi, invece, un numero anomalo di domini contattati è un altro campanello di allarme rilevabile tramite l’uso di un SOCaaS.

Sono trovate anomalie nell’endpoint quando si trovano processi rari o un uso sospetto di porte o protocolli da parte del processo stesso. Una possibilità è anche quella di rilevare un agente inconsueto.

Rilevazione APT tramite uso di un SOCaaS

La rilevazione APT individua gli attacchi alle reti informatiche sanitarie, in cui lo scopo dell’aggressore solitamente è quello di ottenere un accesso non autorizzato a una rete con l’intenzione di rimanere inosservato per un periodo prolungato.

Questo include tentativi di phishing, l’individuazione di una scansione di rete o un’elusione dei controlli. In fase di delivery, invece, potrebbe essere individuato traffico verso domini casuali, un’anomalia nel traffico DHCP o traffico destinato verso host notoriamente dannosi.

In fase di exploit, gli indicatori possono essere: la rilevazione di attività da account terminati, traffico DNS anomalo, ma anche un processo di autenticazione sospetto. Un altro possibile indicatore individuabile con l’uso di SOCaaS è un’anomalia nella velocità della rete.

Tramite l’uso di un SOCaaS possono essere individuati anche casi di esfiltrazione di dati. I segnali in questo caso sono l’upload non autorizzato di dati sulla rete.

Modello rilevamento Phishing tramite uso di SOCaaS

Questo modello è in grado di rilevare possibili tentativi di phishing verso utenti all’interno dell’organizzazione. Ne abbiamo parlato anche in altri articoli, ed ecco alcuni indicatori di questo tipo di attacchi. Un campanello di allarme è sicuramente il rilevamento di campagne di phishing note. Non è raro, inoltre, che si individuino attacchi di spear phishing.

L’uso di un SOCaaS è in grado anche di individuare possibili tentativi di phishing o Campagne di phishing persistenti, grazie al confronto con email da mittenti/domini/indirizzi IP noti nelle blacklist. Come al solito, bisogna fare attenzione agli allegati e-mail sospetti, ma l’uso di un SOCaaS potrebbe automatizzare, almeno in parte, i controlli.

È poi possibile individuare delle anomalie del traffico in uscita, per esempio quello verso domini casuali, anch’esso possibile segnale di phishing. Possono essere indicatori anche il classico traffico verso host malevoli, un numero anomalo di domini rari a cui si è acceduto.

uso socaas cover

Enumerazione di Host/Account su LDAP

Utilizzato, solitamente, per identificare potenziali asset o enumerazioni di account sulla rete da parte di entità maligne.

Esecuzione di processi sospetti

  • Processo/MD5 anomalo rilevato
  • Uso di possibili set di strumenti di enumerazione AD (Active Directory)
  • Rilevato l’uso di strumenti e utilità malevoli

Scansione della rete

  • Possibili account AD/privilegi di enumerazione
  • Conteggio dei servizi LDAP o SMB
  • Numero anomalo di richieste di ticket di servizio Kerberos
  • Port scanning

Anomalie di autenticazione

  • Account che accedono a un host per la prima volta
  • Uso di account mai visti prima sulla rete
  • Numero anormalo di richieste di autenticazione fallite

Ricognizione seguita da un potenziale sfruttamento

Questo modello di minaccia mira a identificare i tentativi di ricognizione della rete che hanno avuto successo, seguiti da indicatori di sfruttamento.

Scansione esterna

  • Scansione delle porte da host esterni
  • Enumerazione di host da host esterni

Scansione della rete

  • Possibile conteggio di account/privilegi AD
  • Enumerazione di servizi LDAP
  • Numero insolto di richieste di ticket di servizio Kerberos
  • Picchi nel traffico LDAP
  • Enumerazione di servizi SMB

Anomalie nei processi

  • Rilevamento dei processi o MD5 anomali
  • Creazione sospetta di attività pianificate
  • Rilevati cambiamenti sospetti alle impostazioni del registro di sistema

Conclusioni

Abbiamo visto quali sono i maggiori casi d’uso SOCaaS, dando uno sguardo ad alcuni dei modelli di minaccia più comuni che include nel suo sistema di protezione. Per avere informazioni sui modelli di minaccia relativi ai malware e sugli identificatori di minaccia visitate questo articolo.

L’uso di un SOCaaS è una soluzione aziendale solida e di grande valore, chiedici cosa può fare per la tua azienda, saremo lieti di rispondere a ogni domanda.

Useful links:

Condividi


RSS

Piu’ articoli…

Categorie …

Tags

RSS CSIRT

  • PoC pubblico per lo sfruttamento della CVE-2024-2389 (AL09/240412/CSIRT-ITA) Aprile 12, 2024
    Disponibile un Proof of Concept (PoC) per la CVE-2024-2389 – già sanata dal vendor – presente in Flowmon, software per il monitoraggio del traffico di rete di Progress. Tale vulnerabilità – con score CVSS v3.x pari a 10.0 – potrebbe permettere ad un attaccante non autenticato di eseguire da remoto codice sui sistemi affetti per […]
  • Aggiornamenti di sicurezza per Node.js (AL08/240412/CSIRT-ITA) Aprile 12, 2024
    Rilasciati aggiornamenti di sicurezza che risolvono una vulnerabilità con gravità “alta” in Node.js, noto software open source per l’esecuzione di codice Javascript.
  • Aggiornamenti di sicurezza per prodotti Juniper Networks (AL07/240412/CSIRT-ITA) Aprile 12, 2024
    Juniper Networks rilascia aggiornamenti di sicurezza per sanare molteplici vulnerabilità in Junos OS. Tali vulnerabilità, qualora sfruttate, potrebbero comportare la divulgazione di informazioni sensibili, la compromissione della disponibilità del servizio e il bypass dei meccanismi di sicurezza sui sistemi interessati.
  • Palo Alto Networks risolve vulnerabilità in PAN-OS (AL03/240412/CSIRT-ITA) Aprile 12, 2024
    Aggiornamenti di sicurezza sanano 5 vulnerabilità, di cui una con gravità “critica”, nel software PAN-OS. Tali vulnerabilità, qualora sfruttate, potrebbero consentire a un utente remoto non autenticato di eseguire codice arbitrario, accedere a informazioni sensibili o compromettere la disponibilità del servizio sui sistemi target.
  • Aggiornamenti per VMware Spring (AL06/240412/CSIRT-ITA) Aprile 12, 2024
    Aggiornamenti di sicurezza VMware risolvono una vulnerabilità in Spring, noto framework open source per lo sviluppo di applicazioni Java. Tale vulnerabilità, correlata alle CVE-2024-22259 e CVE-2024-22243, potrebbe permettere il reindirizzamento della navigazione tramite la distribuzione di URL opportunamente predisposte.
  • Sanate vulnerabilità su GitLab CE/EE (AL05/240412/CSIRT-ITA) Aprile 12, 2024
    Rilasciati aggiornamenti di sicurezza che risolvono 4 vulnerabilità, di cui 2 con gravità “alta”, in GitLab Community Edition (CE) e Enterprise Edition (EE). Tali vulnerabilià potrebbero permettere a un utente malintenzionato l’accesso a informazioni sensibili e la possibilità di compromettere la disponibilità del servizio sul sistema target.
  • Vulnerabilità in Rust (AL04/240412/CSIRT-ITA) Aprile 12, 2024
    Rilevata una vulnerabilità con gravità “critica” in Rust, linguaggio di programmazione sviluppato da Mozilla Research. Tale vulnerabilità, qualora sfruttata, potrebbe consentire l’esecuzione di comandi arbitrari sui sistemi interessati tramite file batch con argomenti opportunamente predisposti.
  • Aggiornamenti per prodotti Citrix (AL02/240412/CSIRT-ITA) Aprile 12, 2024
    Aggiornamenti Citrix 2 alcune vulnerabilità, di cui una con gravità “alta”, nei prodotti Hypervisor e XenServer.
  • Risolte vulnerabilità in Google Chrome (AL01/240412/CSIRT-ITA) Aprile 12, 2024
    Google ha rilasciato un aggiornamento per il browser Chrome al fine di correggere 3 vulnerabilità di sicurezza con gravità “alta”.
  • Aggiornamenti Mensili Microsoft (AL07/240409/CSIRT-ITA) - Aggiornamento Aprile 10, 2024
    Microsoft ha rilasciato gli aggiornamenti di sicurezza mensili che risolvono un totale di 150 nuove vulnerabilità.

RSS darkreading

RSS Full Disclosure

  • CVE-2024-31705 Aprile 14, 2024
    Posted by V3locidad on Apr 14CVE ID: CVE-2024-31705 Title : RCE to Shell Commands" Plugin / GLPI Shell Command Management Interface Affected Product : GLPI - 10.X.X and last version Description: An issue in Infotel Conseil GLPI v.10.X.X and after allows a remote attacker to execute arbitrary code via the insufficient validation of user-supplied input. […]
  • SEC Consult SA-20240411-0 :: Database Passwords in Server Response in Amazon AWS Glue Aprile 14, 2024
    Posted by SEC Consult Vulnerability Lab via Fulldisclosure on Apr 14SEC Consult Vulnerability Lab Security Advisory < 20240411-0 > ======================================================================= title: Database Passwords in Server Response product: Amazon AWS Glue vulnerable version: until 2024-02-23 fixed version: as of 2024-02-23 CVE number: - impact: medium homepage: https://aws.amazon.com/glue/ found:...
  • [KIS-2024-03] Invision Community <= 4.7.16 (toolbar.php) Remote Code Execution Vulnerability Aprile 11, 2024
    Posted by Egidio Romano on Apr 10------------------------------------------------------------------------------ Invision Community
  • [KIS-2024-02] Invision Community <= 4.7.15 (store.php) SQL Injection Vulnerability Aprile 11, 2024
    Posted by Egidio Romano on Apr 10-------------------------------------------------------------------- Invision Community
  • Multiple Issues in concretecmsv9.2.7 Aprile 11, 2024
    Posted by Andrey Stoykov on Apr 10# Exploit Title: Multiple Web Flaws in concretecmsv9.2.7 # Date: 4/2024 # Exploit Author: Andrey Stoykov # Version: 9.2.7 # Tested on: Ubuntu 22.04 # Blog: http://msecureltd.blogspot.com Verbose Error Message - Stack Trace: 1. Directly browse to edit profile page 2. Error should come up with verbose stack trace […]
  • OXAS-ADV-2024-0001: OX App Suite Security Advisory Aprile 11, 2024
    Posted by Martin Heiland via Fulldisclosure on Apr 10Dear subscribers, We&apos;re sharing our latest advisory with you and like to thank everyone who contributed in finding and solving those vulnerabilities. Feel free to join our bug bounty programs for OX App Suite, Dovecot and PowerDNS at YesWeHack. This advisory has also been published at https://documentation.open-xchange.com/appsuite/security/advisories/html/2024/oxas-adv-2024-0001.html. […]
  • Trojan.Win32.Razy.abc / Insecure Permissions (In memory IPC) Aprile 11, 2024
    Posted by malvuln on Apr 10Discovery / credits: Malvuln (John Page aka hyp3rlinx) (c) 2024 Original source: https://malvuln.com/advisory/0eb4a9089d3f7cf431d6547db3b9484d.txt Contact: malvuln13 () gmail com Media: twitter.com/malvuln Threat: Trojan.Win32.Razy.abc Vulnerability: Insecure Permissions (In memory IPC) Family: Razy Type: PE32 MD5: 0eb4a9089d3f7cf431d6547db3b9484d SHA256: 3d82fee314e7febb8307ccf8a7396b6dd53c7d979a74aa56f3c4a6d0702fd098 Vuln ID: MVID-2024-0678...
  • CVE-2023-27195: Broken Access Control - Registration Code in TM4Web v22.2.0 Aprile 11, 2024
    Posted by Clément Cruchet on Apr 10CVE ID: CVE-2023-27195 Description: An access control issue in Trimble TM4Web v22.2.0 allows unauthenticated attackers to access a specific crafted URL path to retrieve the last registration access code and use this access code to register a valid account. If the access code was used to create an Administrator […]
  • [CFP] IEEE CSR Workshop on Cyber Forensics& Advanced Threat Investigations in Emerging Technologies 2024 Aprile 5, 2024
    Posted by Andrew Zayine on Apr 05Dear Colleagues, IEEE CSR Workshop on Cyber Forensics and Advanced Threat Investigations in Emerging Technologies organizing committee is inviting you to submit your research papers. The workshop will be held in Hybrid mode. The in-person mode will held at Hilton London Tower Bridge, London from 2 to 4 September […]
  • Backdoor.Win32.Agent.ju (PSYRAT) / Authentication Bypass RCE Aprile 5, 2024
    Posted by malvuln on Apr 05Discovery / credits: Malvuln (John Page aka hyp3rlinx) (c) 2024 Original source: https://malvuln.com/advisory/0e6e40aad3e8d46e3c0c26ccc6ab94b3.txt Contact: malvuln13 () gmail com Media: twitter.com/malvuln Threat: Backdoor.Win32.Agent.ju (PSYRAT) Vulnerability: Authentication Bypass RCE Family: PSYRAT Type: PE32 MD5: 0e6e40aad3e8d46e3c0c26ccc6ab94b3 Vuln ID: MVID-2024-0677 Disclosure: 04/01/2024 Description: The PsyRAT 0.01 malware listens on...

Customers

Newsletter

{subscription_form_2}